Inter, altre illustri cessioni in vista?

Dopo Hakimi, anche Vidal e Sánchez potrebbero salutare i nerazzurri?

In fondo i tifosi lo sapevano da tempo, ma forse speravano fosse solo un’idea campata per aria figlia dell’eccessivo chiacchiericcio mediatico, e invece…Di cosa stiamo parlando? Parliamo del fatto che molto probabilmente in casa nerazzurra ci saranno presto altre illustri cessioni dopo quella di Hakimi.

E chi sarebbero i sacrificabili? Due big come Vidal e Sánchez; il primo oltre a non aver convinto ha un ingaggio elevato – 6 milioni – mentre il secondo ha molto mercato, e quindi cederlo sarebbe un bel modo per “fare un po’ di cassa”. Se l’Inter, come spera, riconfermerà anche per il prossimo anno Lautaro, che stando alle ultime voci di mercato non è escluso possa giocare a Madrid per il Cholo Simeone, ci riuscirà facendo quadrare i conti, e dunque privandosi di giocatori che nel bene (Sánchez) e nel male (Vidal) hanno dato un senso alla passata stagione nerazzurra.

Se il cileno del centrocampo non lo vuole nessuno – scusate la brutalità – il cileno dell’attacco invece sarebbe richiesto dal Siviglia, che vorrebbe rinforzarsi in vista del prossimo anno aggiungendo in organico un velocista capace di spaccare in due le partite quando chiamato in causa. Una bella idea quella della squadra allenata Julen Lopetegui, che ha una gran voglia di migliorarsi rispetto al 4° posto ottenuto in Liga qualche mese fa. Il problema parrebbe essere l’ingaggio, perché Sánchez prende 7 milioni di euro a stagione, 1 in più rispetto a Vidal.

Dicevamo del poco e nullo mercato dell’ex Barcellona; questa cosa non deve sorprendere perché ha fatto molto male durante la scorsa stagione, e nessuno se lo aspettava, nemmeno Conte. Va bene che segnare un goal di testa alla Juventus nel 2 a 0 di campionato avrà anche un suo valore, ma non 6 milioni di euro! Dunque l’addio del figliol prodigo contiano è sempre più certo. Peccato perché alla Juventus Vidal era una furia agonistica, un giocatore chiave che ha fatto le fortune dei bianconeri. Sarà per l’età o sarà per gli infortuni, ma con la casacca nerazzurra addosso non è stato più lui.

Chi saranno i loro sostituti?

Se i due cileni se ne andranno via per davvero, allora dovranno per forza di cose essere sostituiti. Già ma da chi? Per l’attacco piacerebbe Embolo, che per caratteristiche ben si adatterebbe a fare la terza punta. E come possono i nerazzurri acquistarlo visto che non navigano nell’oro? Offrendo al suo club di appartenenza, il Borussia M’Gladbach, Lazaro più 20 milioni cash. Una proposta questa che potrebbe allettare il club tedesco? Chissà, staremo a vedere…

Per quanto riguarda invece il centrocampo, una volta dato il benservito a Vidal, ci sarebbe bisogno di un centrale più di qualità che di quantità – questo perché Inzaghi vorrebbe schierare una squadra il più possibile tecnica –. Il nome che circola è quello di Pessina dell’Atalanta. Il campione d’Europa con la maglia della Nazionale è sicuramente un bel prospetto, uno che con le sue magiche giocate riempirebbe facilmente lo stadio. Ok forse non sarà un fenomeno quando c’è da interdire, ma è abilissimo quando c’è da saltare la mediana avversaria. Va detto che difficilmente la Dea se ne priverà, o, meglio, se ne priverà solo alle sue cifre, perché non ha bisogno di venderlo per forza. E la mercanzia del club bergamasco, si sa, è da sempre molto cara. Inter avvisata mezza salvata!

Arrivare a Embolo e Pessina volendo si può

Poniamo il caso che il Biscione voglia veramente sostituire Vidal con Pessina. Come farebbe considerando che il bilancio è tutt’altro che sano? Chiedendolo in prestito oppure tramite pagamenti dilazionati come nel caso dell’operazione Hakimi.

Un conto però è ingaggiare Embolo mettendo sul piatto 20 milioni più Lazaro, un conto è riuscire a convincere l’Atalanta a lasciare andare il suo centrocampista migliore, considerando che come minino vorrà 40 milioni. Visto il bel Campionato europeo del 24enne nativo di Monza, le cifre sono queste, e non sono certo alla portata di tutti.

Non è che per arrivare a questi due ottimi giocatori il presidente Zhang sta per caso pensando di sbarazzarsi di Lautaro, che è valutato 80 milioni circa? Vendendo l’argentino allora sì sarebbe possibile portare a casa sia Embolo sia Pessina. Già ma a quale prezzo? Al prezzo di dover togliere pezzi importanti al puzzle nerazzurro (Lautaro) per poi inserirne di nuovi (Embolo e Pessina) che dovranno incastrarsi alla perfezione. Diversamente sarebbe un grosso guaio. 

Speak Your Mind

*