Uruguay-Russia per il primo posto. Stasera Spagna e Cr7

Uruguay-Russia, chi vince è primo

Uruguay in campo contro la Russia nel big match della 3^ giornata del Gruppo A

Si concludono oggi le “fatiche” dei Gruppi A e B con gli occhi puntati sul big match tra Uruguay e Russia. La Celeste è obbligata a battere i padroni di casa per conquistare il primo posto nel girone (ai russi basta anche il pari). In serata, poi, spazio al secondo raggruppamento, con Spagna e Portogallo a caccia della qualificazione, rispettivamente contro Marocco (già out dal Mondiale) e Iran, invece, in corsa con la vittoria dell’esordio.

Russia con Smolov? Uruguay confermato da Tabarez

Primo posto in palio alle 16, tra Russia e Uruguay, entrambe reduci da due successi in altrettante gare giocate al Mondiale (contro Arabia Saudita ed Egitto, ndr) ma con la nazionale di Cherchesov in vantaggio grazie alla differenza reti. Sarà supersfida, con i padroni di casa pronti a ribadire la loro forza (8 gol fatti e uno solo subito) anche contro l’insidiosa e solidissima (ancora 0 gol subiti, a fronte dei 2 realizzati) nazionale del “maestro” Tabarez.

Nonostante i due bei gol in due partite giocate da subentrato Dzyuba non sembra aver guadagnato i galloni da titolare e, perciò, anche oggi contro l’Uruguay, nel big match del Girone A, dovrebbe (usiamo il condizionale) sedersi in panchina, lasciando così spazio a Smolov, invece ancora a secco in questo Mondiale.

Nel 4-2-3-1 proposto dal Ct russo, dunque, l’attaccante del Krasnodar dovrebbe essere il punto di riferimento offensivo con Golovin, Samedov e lo scatenato Cheryshev (già 3 volte in rete in questo torneo) a inventare. Gli inossidabili Gazinsky e Zobnin, infine, costituiranno il duo di centrocampo.

Tabarez è orientato a confermare l’undici che ha battuto, di misura, l’Arabia Saudita. In attacco, come sempre, la coppia gol CavaniSuarez, con quest’ultimo reduce dalla firma da 3 punti contro i “figli del deserto” nel giorno della sua presenza numero 100 con la maglia della Celeste. Bentancur e Vecino agiranno in mediana, con Rodriguez e Sanchez sulle corsie. Confermata la coppia di difensori centrali GodinGimenez.

Spagna contro il Marocco per il primo posto, per Cr7 esame d’iraniano

In serata, invece, spazio al Gruppo B, nel quale si devono ancora decidere le due squadre che proseguiranno la lora avventura agli ottavi. Favorite, naturalmente, Spagna e Portogallo, a 4 punti in classifica e in campo alle 20 contro Marocco e Iran. Per le “Furie Rosse” dovrebbe essere una formalità (almeno sulla carta) domare i “Leoni dell’Atlante” già eliminati dal torneo con 0 punti.

Più insidioso l’avversario del Portogallo dello scatenato Cristiano Ronaldo. Parliamo dell’Iran che, nonostante la sconfitta con la Spagna (di misura) ha dimostrato di avere delle qualità e di poter creare grattacapi alle difese avversarie (se deciderà di abbandonare la tattica “catanacciara” usata per gran parte del match contro la “Roja”).

Occhi puntati, naturalmente, su Cr7, che come sempre guiderà l’attacco portoghese. 4 gol per lui, uno in meno di Kane, che lo ha scavalcato grazie alla tripletta rifilata a Panama. Un motivo in più per scatenarsi contro gli asiatici. Insieme a lui il rossonero André Silva, che tornerà protagonista dopo i problemi fisici delle passate ore.

Dall’altra parte squadra, quella dell’Iran di Queiroz che, presumibilmente, si schiererà con il solito modulo abbotonatissimo, puntando sul contropiede. Gli asiatici puntano sulle giocate di Azmoun, attaccante dei russi del Kazan, e sulle iniziative, sulle proprie corsie, di Taremi e Jahanbakhsh.

 

Speak Your Mind

*