Tris del Parma al Cagliari. Il Catania torna al successo, domata l’Atalanta

Il Catania batte l'Atalanta nell'anticipo di Serie AIl Parma di Donadoni liquida con un secco 3 a 0 il Cagliari, nello scontro salvezza che è andato in scena ieri pomeriggio al Tardini, e conquista tre punti fondamentali che fanno 41 in totale in Serie A. La salvezza, per i gialloblù, è sempre più reale, mentre gli isolani rischiano grosso (oggi Genoa in casa con il Siena, Fiorentina al Franchi contro l’Inter e Lecce all’Olimpico con la Lazio). Per il brindisi dovra faticare ancora l’Atalanta, sconfitta al Massimino dal Catania di Montella che torna a vincere dopo due sconfitte consecutive e, con i suoi 46 punti, rilancia le proprie ambizioni di Europa League.
Al Tardini, dopo una clamorosa occasione fallita da Giovinco (che supera Agazzi ma manda alto a porta vuota) e un miracolo di Mirante su Pinilla, è proprio il fantasista gialloblù a farsi perdonare: punizione della ‘Formica atomica’, deviazione decisiva di Pisano e Agazzi è spiazzato per l’1 a 0 gialloblù.
Nella ripresa si affaccia per primo sempre il Parma, aiutato dal “fattore casa” e da un Cagliari troppo remissivo. Floccari e Giovinco esaltano le doti e i riflessi di Agazzi al 53’, Pinilla si rende pericoloso al 68’ ma il risultato resta quello dei primi 45 minuti. Tutto questo fino al calcio di rigore che spiana la strada ai ducali.
Jonathan dribbla Nainggolan che lo sgambetta, Floccari spiazza Agazzi dal dischetto. Nel finale, a blindare il successo dei ragazzi di Donadoni è ancora un penalty, rimediato e trasformato da Okaka (che dedica il sigillo a Mariga, la cui stagione è terminata in anticipo per la rottura del crociato, mostrandone la maglia). Parma quasi salvo, in casa Cagliari morale basso e salvezza lontana.
Al Massimino, invece, sorriso ritrovato dal Catania, dopo due sconfitte consecutive e cinque risultati senza vittoria. Dopo il ricordo del bergamasco Morosini, tragicamente scomparso la scorsa settimana, gli etnei fanno la partita e conquistano i tre punti.
Il gol di Gomez, del vantaggio, è una perla. El Papu riceve un passaggio corto sulla sinistra, a circa 25 metri dalla porta, alza la testa e spara un missile senza pensarci due volte: palla che si infila sotto l’incrocio dei pali alla sinistra di un Consigli immobile e gelato dalla prodezza dell’argentino.
Il raddoppio, che stende definitivamente la truppa di Colantuono, arriva allo scadere. All’85’ sugli sviluppi di un’azione in area, abbastanza confusa, Consigli non afferra il pallone che Catellani regala all’accorrente Seymour bravo poi ad insaccare. Con 40 punti l’Atalanta deve ancora soffrire, Catania che vola a 46 e si rilancia per l’Europa League.

Speak Your Mind

*