Suso stoppa una Lazio sciupona. Finisce 1 a 1 il posticipo della 24^ di Serie A

Suso regala l'1 a 1 al MilanUna Lazio sprecona si divora volte il colpo del ko e alla fine Suso la punisce, regalando un prezioso pari al Milan di Montella, sotto nel punteggio dalla fine del primo tempo. Finisce 1 a 1 il posticipo di Serie A, risultato davvero beffardo per i biancocelesti di Simone Inzaghi, agguantati a pochi metri dal traguardo dei tre punti dall’invenzione dello spagnolo. Lazio sesta in classifica con 44 punti, Milan settimo a 41.
Svaniscono, dunque, a cinque minuti dalla fine, i sogni di vittoria per la Lazio d’Inzaghi, partita bene, con il piglio giusto, e avanti nel punteggio in finale di prima frazione dopo aver provato qualche conclusione dalla distanza con Keita e Anderson. Immobile viene stretto nella morsa di Gomez e Donnarumma, è calcio di rigore per Damato, trasformato con freddezza dall’argentino Biglia.
Ocampos non ripaga Montella (prestazione anonima per l’ex Genoa) che lo sostituisce con Lapadula, dentro anche Sosa per Locatelli. I cambi, però, non regalano al team rossonero gli effetti sperati, perchè è la Lazio a continuare a creare gioco e a rendersi pericolosa, sfiorando più volte il gol del ko. Al 6’ Donnarumma anticipa di un soffio MilinkovicSavic, poi è Anderson a mettere i brividi al portierone rossonero con una fiondata che non trova il bersaglio grosso di poco.
Al 35’ ancora Lazio vicina al gol. Bella conclusione a giro di Milinkovic che sfiora la porta rossonera. Poi Immobile si presenta davanti a Donnarumma ma la sua conclusione viene respinta dal giovane numero uno del Milan con un tuffo a mano aperta. Chance a ripetizione per la Lazio, troppo sciupona, e punita poi nel finale.
Il protagonista è Suso. Lo spagnolo si mette in proprio, entra in area, resiste agli interventi dei difensori biancocelesti e con il suo magico sinistro trova l’angolino alla destra di Strakosha. 1 a 1, tanti rimpianti per la Lazio, punto prezioso, di grande orgoglio e carattere, per un Milan presentatosi a Roma in piena emergenza.

Speak Your Mind

*