Super Ajax al Bernabeu, frantumato il Real Madrid

Grande e meritata impresa dell’Ajax che ribalta l’andata, manda ko il Real con un clamoroso 4 a 1 al Bernabeu e vola ai quarti di finale di Champions League. Nell’altra sfida serale altro successo del Tottenham, che bissa la vittoria dell’andata e fa sua la qualificazione a spese del Dortmund. Stasera Psg-Manchester United e Porto-Roma.

Ajax scintillante, Real sotto di due gol dopo 20 minuti

Inizio sfavillante dell’Ajax, proteso a caccia della rimonta dopo il ko subito in Olanda per 2 a 1. Dopo aver rischiato nell’occasione di Varane (traversa), i lancieri passano in vantaggio con Ziyech, che sfrutta alla perfezione una ripartenza olandese (dopo una sanguinosa palla persa dai blancos). Poi ci pensa Tadic, tra i migliori in campo, a imbeccare on un preciso filtrante Neres, autore del 2 a 0, dopo aver strappato appalusi con una “ruleta” pazzesca.

Il Real, dopo la sconfitta in Copa del Rey e in campionato (con addio ai sogni di gloria per il titolo in Liga) contro il Barcellona, vede buio anche in Champions. Inoltre ci si mette anche la sfortuna, con Vinicius e Vazquez che finiscono ko e devono abbandonare la sfida. Infine, a conferma della serata “maledetta” per il Real, Bale appena entrato coglie il palo a pochi passi dal portiere dell’Ajax.

L’Ajax quando attacca, però, è devastante, grazie al tridente offensivo Tadic-Neres-Ziyech e alla geometria e alle giocate predisposte da Ten Hag. Ci vuole un super Courtois in due occasioni, per evitare il terzo gol dei lancieri, che al riposo vanno su un 2 a 0 meritato.

Il Real prova a reagire, Tadic chiude i giochi tra le proteste dei blancos

Nella ripresa ci si aspetta la reazione dei blancos, costretti alla rimonta, o comunque a segnare almeno un gol per portare la sfida ai supplementari. Ma al 62′ il Madrid incassa il pesantissimo e decisivo 3 a 0. E’ Tadic, dopo l’assist per Neres, a mettersi in proprio e a battere Courtois con un sinistro fantastico.

Grandi proteste, in occasioni del gol, da parte del Real Madrid. Il reclamo dell’undici di Solari nasce dall’uscita del pallone sul nascere dell’azione, ma, dopo lunghissima consultazione, con l’ausilio del Var, il gol viene concesso. Ed è una botta terribile per il Real costretto ora a fare 3 gol (senza subirne) per strappare la qualificazione agli olandesi.

Asensio, al 70′, prova a suonare la carica, trovando il pertugio giusto per fare 1 a 3, ma è Schone a chiudere definitivamente la questione con il poker finale. E’ il gol che elimina la squadra spagnola, e fa calare il palcoscenico sulla stagione dell’undici di Solari. L’Ajax invece festeggia meritatamente l’approdo ai quarti che mancava da ben 16 anni.

Speak Your Mind

*