Successi per Juventus e Napoli. Oggi si chiude la 1^ giornata

Chiellini regala il primo successo della Juventus nella Serie A 2019-2020. La Juventus batte di misura il Parma al Tardini e mette in cascina i primi tre punti. In serata, poi, arriva la risposta del Napoli che, con il 4 a 3 finale (non privo di polemiche), espugna il Franchi e manda al tappeto la Fiorentina. Oggi alle 18 Udinese-Milan, in serata le altre gare della 1^ giornata di Serie A.

Di Chiellini la prima firma in Serie A. Un gol da tre punti per la Juventus

Il botta e risposta tra Juventus e Napoli è iniziato. Alle 18, con il minimo sforzo, la squadta di Sarri (assente per i noti problemi di salute) supera il Parma e conquista la prima vittoria della stagione. A regalare i tre punti non è uno dei protagonisti dell’attacco atomico schierato dal tecnico bianconero (RonaldoHiguainDouglas Costa) ma l’highlander della difesa, Giorgio Chiellini.

Al 21′, dopo un paio di buone parate di Szczesny sui tentativi di Gervinho e Inglese, è il difensore toscano a sbloccare la sfida. Salito per il corner, devia in rete un tiro al volo di Alex Sandro e firma il gol del vantaggio della Juventus, che sarà anche quello della vittoria.

Al Franchi, invece, tante emozioni ma anche delle forti polemiche, nel 4 a 3 finale del Napoli, tornato a espugnare Firenze dopo 5 anni. La nuova norma su falli di mano in area beffa Zielinski e regala alla Viola il vantaggio dopo 9 minuti: Pulgar, dal dischetto, si dimostra implacabile, 1 a 0 per la squadra di Montella.

La Fiorentina spreca la chance del 2 a 0 (con Milenkovic) e poi subisce il pari partenopeo. Gran destro all’incrocio dei pali di Mertens, nulla da fare per il portiere della Viola. Passano due minuti e il Napoli opera il sorpasso. Grandi le polemiche per il generoso calcio di rigore (che non c’era perchè è Mertens a franare su Castrovilli, ndr) concesso agli azzurri: Insigne non sbaglia dagli undici metri. 2 a 1 Napoli al riposo.

La Fiorentina rientra con grande rabbia in campo e, con Milenkovic fa 2 a 2. Stacco di testa imperioso del difensore, su assist di Pulgar, e situazione che torna in parità. E’ un buon momento per la Fiorentina, tanto che Chiesa ha la palla del 3 a 2 ma la cestina, sprecando una buona chance. Gol fallito, gol subito, infatti Callejon finalizza un contropiede micidiale, realizzando in diagonale il 3 a 2 del Napoli.

Dragowski nega il poker agli azzurri, respingendo alla grande la conclusione di Mertens, e Boateng, appena entrato, diventa subito protagonista. L’ex Sassuolo, infatti, controlla ed esplode il destro dalla distanza, palla sul palo e poi in fondo al sacco. E’ 3 a 3.

Gara finita? Neanche per sogno. Infatti, poco dopo il pari toscano, arriva l’acuto finale, quello del Napoli di Ancelotti: azione ideata da Mertens con taglio sul secondo palo, assist di Callejon e appoggio di testa, facile facile, di Insigne da due passi. E’ 4 a 3, vince il Napoli, la Fiorentina può però sorridere per la prestazione e per il positivo esordio, nel finale, di Franck Ribery.

Please follow and like us:
error

Speak Your Mind

*