Suarez-Messi, Barcellona devastante contro il Liverpool

Un Messi mostruoso. Quello che si avventa sulla palla del 2 a 0, quello che incastona il gioiello, su punizione, del 3 a 0. Il Barcellona stende il Liverpool e ipoteca il passaggio ad una finale di Champions che ha una deliziosa vista sul Triplete. I Reds, invece, nel momento migliore, vengono colpiti dal fuoriclasse argentino e cadono al tappeto. Martedì prossimo si replica ad Anfield per il ritorno, e siamo certi che, a dispetto del risultato, ne vedremo ancora delle belle.

Suarez colpisce, Mane fallisce il pari nel primo tempo

E’ stata una partita davvero emozionante. Giocata a ritmi frenetici, da entrambe le squadre, pronte a ribaltare l’azione, da difensiva in offensiva. Dopo una breve fase iniziale di studio, una tegola cade in testa a Klopp: L’adduttore non va e Keita è costretto ad alzare bandiera bianca. Al suo posto Henderson.

Il Barcellona, invece, non accusa fastidi muscolari, ma anzi corre come un diavolo assetato di anime inglesi. E al 25′, a coronamento di un’azione fantastica, tutta di prima, va in rete. Jordi Alba premia l’inserimento in area di Suarez che, con un tocco in anticipo su Alisson, fa 1 a 0. Curioso dirlo ma per l’uruguagio è la prima firma stagionale in Champions, la numero 500 con i blaugrana.

Il Liverpool prova a reagire e, dieci minuti dopo aver incassato il gol, ha la chance del pari. Mane arriva in corsa, al’appuntamento con la sfera, recapitata dalla destra, ma la conclusione, con il mancino, finisce alta. Ter Stegen ringrazia, brivido scampato per il gruppo di Valverde. Al riposo è 1 a 0 Barca.

Liverpool in forcing nella ripresa, Messi si scatena e chiude i giochi

Ad inizio ripresa è forcing Liverpool. Il Barcellona fatica ad uscire dalla sua area e i Reds sfiorano il pari, che avrebbero anche meritato. Ci prova Salah, ma Ter Stegen è portentoso nella respinta con la punta delle dita, in allungamento.

E’ il momento del massimo sforzo della squadra inglese, e di massima difficoltà per la compagine blaugrana, che non riesce a uscire dall’impasse. Valverde corre ai ripari inserendo Semedo per Coutinho ma è ancora l’undici di Anfield a rendersi pericoloso. Fino al minuto 74, quando Messi sale in cattedra, mandando il Liverpool al tappeto.

Suarez colpisce la traversa, sulla respinta si avventa Messi per il 2 a 0 del Barcellona. Klopp prova la carta Firmino, ma il direttore di orchestra ora è l’argentino. Che su punizione, al minuto 82, trafigge Alisson per il tris catalano. Un vero e proprio gioiello quello della pulce blaugrana. Gol numero 600 con il Barca, Liverpool al tappeto.

Speak Your Mind

*