Stadio Goal presenta Frammenti di A. Un campionato per tutti

Parte una nuova rubrica a Stadio Goal. Si chiama “Frammenti di A” e ci regalerà, come al solito con simpatia ed allegria, alcune riflessioni e commenti del nostro autore, Luca, sul campionato di Serie A, al via da poche settimane.
Ma non perdiamo altro tempo e diamo  subito il benvenuto a Luca e alla sua nuova creatura:
Eccoci qua. Prima giornata e grandi sorprese. Pronti via e il neo promosso Cesena va a far visita alla Roma. Partita vera non proprio la semplice passeggiata dei vicecampioni in carica contro una cenerentola. A Roma torna, tra i pali cesenati “BatmanAntonioli che dice alla sua squadra, alla Roma ed al campionato tutto, una verità disarmante: quest’anno, ancor più che gli anni precedenti, in campo non ci sarà nessuna diversità tra le squadre: ti puoi chiamare Inter o Lecce ma in campo non pensare che non ci siano minacce, è lo slogan che lancia il pari del Cesena ai giallorossi.

BariJuventus non fa che confermarci questo andazzo: gli undici di Ventura ridicolizzano la prima Juve di mastro Delneri e Massimo Donati, un dimenticato dalle grandi, finisce per fare un gran gol e conquistarsi la copertina al posto di Milos Krasic, fiore all’occhiello del mercato bianconero.

L’unica certezza, tra le presunte sorelle di vertice, la prendiamo dal Milan che schianta il Lecce e fa intuire che la differenza con L’inter pigliatutto, quest’anno si è di gran lunga assottigliata; anzi, e se fosse proprio la compagine milanese la novella Inter del torneo? La seconda venuta meneghina di Zlatan e l’oneroso acquisto di Robinho, vanno in questa direzione e attorno ai rossoneri impazza l’entusiasmo.

Partono con piglio e voglia di stupire il Genoa (l’aver trattenuto Beppe Sculli può essere addirittura più decisivo di aver preso Toni), Samp (bravo Di Carlo a trasformare in poche ore la rabbia per l’eliminazione in Champions, in nuova grinta per battere la Lazio) e Parma (l’asse GiovincoBojinov sembra davvero interessante )

Un famoso film recitava: “Non è un paese per vecchi”, questo neonato campionato si presta ad essere un campionato per tutti. Ogni preconcetta gerarchia mentale sarà spazzata via.

Speak Your Mind

*