Son firma la vittoria degli Spurs, City ko. Keita-Firmino, il Liverpool ipoteca

Vittorie per Tottenham e Liverpool nell’andata dei quarti di finale di Champions League. Gli Spurs fanno loro la gara, grazie alla rete, nella ripresa, del coreano Son, dopo l’infortunio di Kane e il rigore fallito (nel primo tempo) dal City con il “KunAguero. Ad Anfield, poi, successo “all’inglese” per il Liverpool, che batte 2 a 0 il Porto, con reti di Keita e Firmino.

Aguero ipnotizzato da Lloris, Ederson salva su Kane

A sospresa è il Tottenham a far festa, nell’andata dei quarti di finale di Champions. I ragazzi di Pochettino conquistano una importante vittoria, per 1 a 0, contro il City di Guardiola. Prestazione di qualità quella degli Spurs che, nel nuovo stadio, partono con coraggio e un pressing asfissiante.

La prima occasione è proprio dell’undici di casa: Alli, tra i migliori in campo, innesca Sissoko che prova al volo, palla alta non di molto. Il City reagisce e crea quella che avrebbe potuto essere la chance della svolta.

Ripartenza di Sterling e conclusione murata, con il braccio, da Rose. Dopo aver visto le immagini al monuto l’arbitro olandese Kuipers concede il rigore. Aguero, però, si fa ipnotizzare da Lloris che si tuffa e respinge la conclusione dell’argentino. Il Tottenham si salva, e prova a contrattaccare.

L’occasione capita a Kane, che in area si gira e conclude con il destro. Ederson è bravissimo e va a terra respingendo la minaccia. All’intervallo, quindi, è 0 a 0.

Kane si fa male, Son piega il fortino del City

Si riparte ed è subito City. La corazzata di Guardiola si presenta minacciosa dalle parti di Lloris, con la conclusione di Sterling, neutralizzata dal francese. La risposta è sempre affidata a Son, ma Ederson è pronto e reattivo nella circostanza.

Al minuto 56′ altro momento importante del match. Kane entra in rotta di collisione con Delph che, con un brutto intervento mette fuori causa il bomber del Tottenham. Fuori Kane e dentro Lucas, con conseguente arretramento degli Spurs. Sembra il preludio al gol del City e invece è l’undici di Pochettino a brindare.

Grazie ancora al coreano Son. Che ci crede come non mai sul filtrante di Eriksen, tiene la sfera viva sulla linea di fondo, rientra sul sinistro e fulmina Ederson, beffandosi di un incerto Delph, per l’1 a 0 del Tottenham. Inutile il forcing finale dei citizens, è festa Spurs, nella prima europea nel nuovo stadio. Mercoledì si deciderà tutto a Manchester.

Speak Your Mind

*