Simone Verdi dice di no al Napoli: “Tentazione forte, ma resto a Bologna”

Verdi dice di no al Napoli e resta in Emilia

Verdi con la mglia del Bologna

Simone Verdi resta a Bologna. Questa la decisione presa dall’esterno felsineo che, dunque, chiude (almeno per ora)le porte al Napoli, il quale aveva già in mano l’accordo con la Società emiliana, e pregustava di portare in azzurro il calciatore di mister Donadoni.
Onorato dell’offerta del Napoli, ma voglio continuare col Bologna“, queste le parole del talentuoso esterno rossoblù, classe 1992 che ha proseguito dicendo: “Sapevo che andavo a giocarmi l’Europa League e lo scudetto fino all’ultimo. Ho perso un treno ma farò di tutto per dimostrare il mio valore“.
Nell’intervista di Sky, Simone Verdi ha raccontato, in maniera dettagliata, i motivi del grande rifiuto: “Sarri e Giuntoli hanno provato a convincermi. Ma non è stato un no al club partenopeo. Sono stato tentato da una offerta così importante. Ci ho pensato ma non volevo lasciare questo club a gennaio: resto a Bologna col sorriso, per continuare il mio percorso di crescita qui“.
La volontà del calciatore, dunque è quella di proseguire l’avventura con la maglia del team del Dall’Ara: “Sono grato al Bologna che mi è sempre stato vicino. Il club mi ha fatto crescere, ha sempre creduto in me e questo è il mio modo per ringraziarli. Sarri mi voleva, ma ha capito che la mia scelta era diversa“.
Al giocatore sono seguite poi le parole dell’amministratore delegato del Bologna, Claudio Fenucci, che ha spiegato le ragioni del mancato arrivo a Napoli di Simone Verdi: “Le condizioni erano che il club e il giocatore fossero d’accordo e quella di trovare un sostituto“. “Pensare a quello che succederà a giugno – ha aggiunto l’AD Fenucciè prematuro. Verdi è un giocatore del Bologna, a Giugno decideremo insieme sul da farsi. Siamo felici e soddisfatti che Simone sia rimasto a Bologna“.

Speak Your Mind

*