Show di Mbappé, Poker del Psg. Il Barca di Koeman al tappeto

1,2,3 Mbappé! Straordinaria prestazione e tripletta del giovane fuoriclasse francese che trascina alla vittoria il Psg sul campo del Barcellona. Al Camp Nou finisce 4 a 1 per i francesi che mettono una seria ipoteca sulla qualificazione ai quarti di Champions, ai danni di Messi e compagni.

Messi illude dal dischetto, poi si scatena Mbappé

E’ durato 45 minuti l’equilibrio tra Barcellona e Psg. Poi, nella ripresa, i francesi hanno accelerato risultato devastanti, contro una difesa, quella blaugrana, che ha lasciato davvero a desiderare.

Ma partiamo dal minuto 27′, quando, dopo tanta voglia di creare, ma poche occasioni, arriva il rigore per il Barca che accende la gara. Imbucata per De Jong che, in area, viene toccato (abbastanza fortuitamente) da Kurzawa. E’ penalty (dopo il check del Var), e dal dischetto Messi (che eccezion fatta per il tiro dal dischetto non si vedrà quasi mai) non sbaglia per l’1 a 0 catalano.

Il Barca insiste, ma Dembelè spreca e Griezmann non trova l’angolino di pochissimo. Poi è solo PSG. Minuto 32, ecco il pareggio. Lancio di Paredes, sponda volante di Kurzawa per una magia di prima di Verratti che ha innescato Mbappé in mezzo all’area; controllo fantastico per mandare a vuoto Lenglet e poi conclusione imparabile per Ter Stegen.

Nel finale di frazione ancora francesi pericolosi. I ragazzi di Pochettino vanno vicini al gol del sorpasso dapprima con Kurzawa – miracolo di Ter Stegen – poi Icardi, sugli sviluppi di corner, non trova il bersaglio grosso. Al riposo, quindi, è 1 a 1.

Mbappé-Kean-Mbappé, il Barca finisce al tappeto

La fase difensiva approssimativa del Barcellona e una fascia destra DembeléDest che non regge l’urto di Kurzawa e dello scatenato Mbappé lanciano il Psg verso la vittoria. I francesi diventano imprendibili.

Al 50′ secondo miracolo di Ter Stegen: azione in verticale VerrattiMbappéIcardi e Kean fermato dal prodigio del portiere blaugrana. Un quarto d’ora dopo però, il Psg mette la freccia. Lancio in profondità per Florenzi, palla dentro l’area, come un falco arriva Mbappé per il 2 a 1. Doppietta per il colored e Barca costretto a rincorrere.

La squadra di Koeman però, spegne la luce e non si riprende. Ma anzi crolla ancora, per ben due volte. Al 70′ con Kean che trova il tris di testa. E poi, dieci minuti dopo, con il poker, firmato anora da Mbappé al termine di un contropiede orchestrato da Draxler e concluso dal francese.

E’ trionfo per i parigini di Pochettino, che tornano al Parco dei Principi con un risultato che vale più di metà qualificazione ai quarti di Champions. La stella della gara, Kylian Mbappé è il primo a regalarsi il pallone studiato dalla Uefa per celebrare i 20 anni delle stelle di Champions. Con tanti saluti a Messi e al ciclo blaugrana. Stasera tocca alla Juventus, di scena contro il Porto.

Speak Your Mind

*