Serie A, Risultati: Juve straripante a Udine, Eto’o ruggisce a Palermo, prosegue la favola Cesena

560 x 250Emozioni a go go e risultati importanti ma anche inattesi nella terza giornata di Serie A. Una giornata pazzesca anche oggi nel campionato italiano.
Dopo il pari a pranzo tra Bari e Cagliari, nel pomeriggio abbiamo assistito alla rinascita della Juve, straripante sul campo dell’Udinese, affossata da un poker fantastico. L’Inter, invece, va sotto a Palermo ma rimonta con i ruggiti del fuoriclasse africano Samuel Eto’o (in ombra ancora l’argentino Milito) e vola in testa alla classifica in coabitazione con il Cesena, vittorioso contro il Lecce grazie ancora a Bogdani. Roma invece ancora nel tunnel: avanti di due reti, i giallorossi finiscono la benzina e si fanno rimontare dal Bologna e da un Di Vaio strepitoso, autore della doppietta nel risultato definitivo di 2 a 2.
E’ stata, dunque, la giornata della Juventus che, dopo aver annaspato nelle ultime settimane, d’improvviso si regala una prestazione eccelsa, condita da quattro reti e da un Krasic formidabile come uomo assist. Tutto questo a spese di un’Udinese fragile e pericolosa solo nelle prime battute dell’incontro con la velocità e la tecnica del cileno Sanchez.
I bianconeri di Torino, però, sono in giornata e, dopo ave vissuto qualche apprensione, alla prima vera occasione passano in vantaggio: dopo una serie di rimpalli, Coda di braccio anticipa Bonucci e beffa il proprio portiere Handanovic. Il goal scioglie la Signora che prende in mano le redini del gioco e dell’incontro. Al 24’ gran goal di uno degli ex dell’incontro, Quagliarella, che vale il raddoppio bianconero: sull’assist di un inarrestabile Krasic, l’attaccante napoletano colpisce col tacco e fredda Handanovic, immobile ad osservare la sfera che finisce in fondo al sacco. Un colpo alla Bettega.
Juve spedita verso la vittoria e Udinese che va in barca. Il serbo Krasic, letteralmente scatenato, è decisivo anche nel terzo centro: l’ex esterno del Cska fugge sulla fascia e serve  Marchisio che, con una staffilata di volo batte ancora il portiere friulano. Gran goal. Nella ripresa, infine, arriva anche il poker della Juventus con un altro ex del match a segno, dopo Quagliarella. Parliamo di Iaquinta che, dal limite, con il destro non lascia scampo ad Handanovic e poi esplode in un festeggiamento polemico nei confronti dei vecchi tifosi (qualche scoria non sopita). Nel dopogara, il presidente dell’Udinese, Pozzo, sarà molto critico nei suoi confronti e nei confronti dell’operato arbitrale.
Detto della Juventus, passiamo all’altra big del campionato, l’Inter, che espugna il Barbera con il risultato di 2 a 1. I nerazzurri possono brindare al primo posto in classifica grazie ad un Eto’o in formissima e grande protagonista di quest’inizio di stagione. Ilicic mette paura ai campioni d’Italia, firmando al 28′ del primo tempo l’uno a zero dei rosanero: Pastore conclude verso la porta interista, Julio Cesar respinge ma sulla ribattuta si avventa lo sloveno che insacca.
Nella ripresa, però, è tutta un’altra storia. Tra il 62′ e il 70′ diventa protagonista l’ex Barcellona Eto’o. Il fuoriclasse africano dapprima si beve Munoz e sigla il pari con un diagonale estremamente preciso, poi regala all’Inter il primato in classifica grazie ad un tap-in da distanza ravvicinata sull’assist di Stankovic. Occasione finale per Pastore, per il pari, ma la magia del talentuoso argentino sbatte sul palo, dopo la grande deviazione del portierone interista, e svanisce definitivamente la speranza dei siciliani di riacciuffare un risultato che ha il sapore della beffa.
Terzo capitolo della giornata calcistica in Serie A, l’ennesima prestazione deludente della Roma che, neanche contro il Bologna riesce a cogliere il primo successo stagionale. Due punti in tre gare e tanti problemi per i giallorossi, partiti davvero male nel torneo. Difesa imbarazzante (con Rosi e Burdisso jr. inadeguati), lentezza nella manovra e poche soluzioni offensive. Questi alcuni dei motivi che hanno consentito ai felsinei di poter recuperare il passivo e portare a casa un prezioso punticino.
Inizio arrembante dei giallorossi che, dopo solamente sette minuti, trovano il vantaggio. A firmarlo è Borriello che stoppa elegantemente di sinistro e con una stoccata precisa batte il bravo Viviano. Per l’ex rossonero è il primo goal all’Olimpico con la maglia giallorosso oltre che primo centro in campionato quest’anno.
Roma pimpante, con Totti che sfiora il gran goal: conclusione pazzesca dai 30 metri e palla sulla traversa con Viviano immobile nella circostanza. Sfortunato il capitano, giunto alla 19° stagione con la compagine romanista. I giallorossi, però, insistono e, ad inizio ripresa, raddoppiano: è Rubin, difensore del Bologna, a beffare il proprio portiere con un goffo intervento sul colpo di testa di Guillermo Burdisso.
Gara chiusa? Neanche per sogno. Di Vaio, l’uomo in più nel Bologna di Malesani, suona la carica e sfrutta alla perfezione le amnesie difensive capitoline e una stanchezza che diventa sempre più imperante nel team di Ranieri.
Al 77’ i rossoblu accorciano le distanze, rientrando in partita. Di Vaio ingaggia e vince il duello in velocità con Rosi e poi incrocia alla perfezione, Julio Sergio si tuffa ma non ci arriva. La Roma annaspa e alla fine, al 90′, si materializza l’incubo: ancora l’ex biancoceleste Di Vaio (che quando vede giallorosso si esalta) punisce la lenta difesa capitolina e, sull’assist di Meggiorini, firma il finale 2 a 2. Bologna indomabile, Olimpico ammutolito, Roma fischiatissima. Tutto giusto.
In conclusione, se da una parte prosegue la favola del Cesena, primo in classifica insieme all’Inter grazie al successo casalingo con il Lecce (decisivo l’albanese Bogdani), dall’altra s’interrompe, momentaneamente, quella del Chievo, sconfitto al Bentegodi dal Brescia e dal prezioso calcio di punizione di Diamanti.
Ecco, nel dettaglio, tutti i risultati di oggi:
Bari-Cagliari 0-0
Cesena – Lecce 1-0
54’ Bogdani (C)
Chievo – Brescia 0-1
30’ Diamanti (B)
Palermo – Inter 1-2
29’ Ilicic (P), 62’, 70’ Eto’o (I)
Parma – Genoa 1-1
28’ rig Toni (G), 70’ Zaccardo (P)
Roma – Bologna 2-2
8’ Borriello, 60’ aut. Rubin (R), 76’, 90’ Di Vaio (B)
Udinese – Juventus 0-4
18’ aut. Coda (U), 24’ Quagliarella, 43’ Marchisio, 77’ Iaquinta (J)
Stasera
Sampdoria-Napoli (20:45)

Speak Your Mind

*