Serie A: Risultati e marcatori quinta giornata. Risorge la Roma, Lazio aggancio Inter

560 x 250Vola l’Aquila biancoceleste, come il rapace che ha maestosamente svolazzato prima di LazioMilan, tra gli applausi dei sostenitori laziali che hanno gradito la storica (per la Serie A) iniziativa della società romana, presa in prestito dal Benfica. In attesa di sapere i risultati del sondaggio lanciato per decidere il nome del volatile, la Lazio di Reja supera il Chievo al Bentegodi, con il primo goal in campionato dell’argentino Zarate, e aggancia a quota 10 l’Inter, sconfitta nell’anticipo, a tempo scaduto, dalla Roma e dalla prodezza di Vucinic, lanciato in campo da Ranieri nelll’ultima parte di match.
Mentre l’Aquila vola, le Rondinelle si fermano “a riposare”, ed escono battute dal Bari, che mette in pratica impietosamente la “Legge del San Nicola“. Sarà difficile per tutti uscire con un risultato positivo dall’impianto pugliese, lo è stato per i lombardi che, dopo aver impattato il vantaggio iniziale di Rivas, con un’iniziativa personale del greco Koné, vanno ko. Barreto scappa via a Martinez che lo stende. E’ calcio di rigore, trasformato dallo stesso brasiliano per il 2 a 1 finale. Il Brescia, dunque, resta dietro al duo di testa (non approfitta dello scivolone nerazzurro), a nove punti in compagnia dei “Mussi” di Pioli che, come abbiamo detto, si sono dovuti arrendere alla performance ottima della formazione di Reja.
Sale, invece, il Napoli, che si porta a 8 punti, agganciando il Milan, vittorioso nell’anticipo con il Genoa grazie al pallonetto decisivo di Zlatan Ibrahimovic. Gli azzurri strapazzano, a pranzo, il Cesena, con il risultato di 4 a 1, grazie ad un’altra prova sontuosa dell’uruguagio Cavani, autore di due splendide firme sullo score finale dell’incontro. Di Lavezzi e Hamsik su calcio di rigore dubbio (che ha pareggiato il vantaggio iniziale dei romagnoli con Parolo) le altre marcature.
Prima vittoria stagionale per la Fiorentina che liquida, con un risultato all’inglese, il Parma, e raggiunge quota 5 punti, a braccetto con parecchie squadre tra le quali Roma e Palermo. Mihajlovic, dunque, si regala una boccata d’ossigeno, e ringrazia l’arbitro per il generoso rigore concesso (tuffetto di Gilardino) e trasformato da Ljaijc (seconda rete in Serie A per il 18enne trequartista della nazionale serba). Poi De Slivestri, con l’aiuto di una deviazione, supera Mirante e firma il 2 a 0 finale.
Primo punto in campionato (ma sono già 4 le lunghezze di distacco dalle avversarie che la precedono in classifica) per l’Udinese di Guidolin. I friulani concludono a reti bianche al Ferraris contro la Sampdoria ma il risultato potrebbe essere stato pieno se Corradi avesse avuto, nel finale, la prontezza di riflessi adeguata per battere Curci.
Nel posticipo, infine, va in scena il Krasic show. Il biondo esterno serbo realizza una tripletta e contribuisce in maniera determinante alla vittoria della Juventus, contro il Cagliari, che perde l’imbattibilità dopo sei giornate di campionato. Finisce con il risultato di 4 a 2 per la compagine bianconera, con la vana doppietta di Matri per gli isolani e il punto di Bonucci per i torinesi, sua la deviazione vincente al termine di un batti e ribatti in area di rigore.
Ecco, nel dettaglio, tutti i risultati ed i marcatori della quinta giornata di campionato di Serie A:

Sabato h.18,00
Milan-Genoa 1-0 (49′ Ibrahimovic)
Sabato h.20,45
Roma-Inter 1-0 (92′ Vucinic)

Domenica h.12,30
Cesena-Napoli 1-4 (49′ Parolo (C), 72′ Lavezzi (N), 80′ rig. Hamsik (N), 88′ e 92′ Cavani (N))
Domenica h.15,00
Bari-Brescia 2-1 (16′ Rivas (BA), 27′ Kone (BR), 55′ rig. Barreto (BA))
Catania-Bologna 1-1 (40′ Di Vaio (B), 66′ aut. Britos (B))
Chievo-Lazio 0-1 (69′ Zarate)
Fiorentina-Parma 2-0 (61′ rig. Ljajic, 77′ De Silvestri)
Palermo-Lecce 2-2 (8′ Giacomazzi (L), 46′ Corvia (L), 52′ Pinilla (P), 90′ Maccarone (P))
Sampdoria-Udinese 0-0

Domenica h.20,45
Juventus-Cagliari 4-2 (13′, 34, 70′ Krasic (J), 20′, 81′ Matri (C), 57′ Bonucci (J)

Speak Your Mind

*