Serie A: Programma seconda giornata. Apre l’Inter alle 18, Borriello guida la Roma a Cagliari

Dopo aver parlato della Bundesliga e della Ligue 1, giunta già alla quinta giornata, torniamo in Italia per occuparci della Serie A, che ritorna dopo la parentesi della nazionale di Cesare Prandelli, impegnata nelle qualificazioni a Euro 2012 (per ora due successi, contro Estonia e Far Oer).
Si parte alle 18 con l’anticipo pomeridiano del sabato, tra l’Inter di Benitez e l’Udinese di Guidolin. Il tecnico spagnolo, dopo il mezzo passo falso di Bologna, e lo striminzito punticino portato a casa all’esordio, cerca una prova più convincente, e i tre punti in casa, alla prima a San Siro.
Avversaria un’Udinese punita forse ingiustamente dall’acrobazia di Mesto, nella prima fatica stagionale, ma che nonostante il ko ha dimostrato di aver già assimilato gli schemi di Guidolin e ha messo in campo una compattezza e un’ordine che fa ben sperare per il futuro.
In serata, alle 20 e 45, sono di scena invece il Milan, con il suo attacco stellare (Pato, Ibra, Ronaldinho e Robinho forse già tutti in campo dall’inizio) e la Roma di Ranieri, decimata da infortuni vari. Rossoneri di scena in Romagna, nella tana del Cesena di Ficcadenti, avversario sicuramente impegnativo del Lecce asfaltato alla prima (4 a 0) per quello che ha mostrato all’Olimpico proprio contro i giallorossi, fermati sullo zero a zero.
I capitolini, invece, sono attesi dalla difficile trasferta di Cagliari, campo sul quale non vincono da 15 anni. Molte le assenze (Adriano, Vucinic, Mexes e Riise tra tutti), ma ci sarà l’esordio di Castellini, e soprattutto di Marco Borriello, prelevato dal Milan negli ultimi istanti del calciomercato. L’ex rossonero guiderà l’attacco romanista al Sant’Elia insieme a Menez e all’immarciscibile capitan Totti.
Chiuso con il sabato, apriamo il sipario sulla domenica calcistica che si annuncia avvincente e ricca di emozioni. Partenza in orario di pranzo con l’esordio casalingo del neopromosso Brescia, pronto a contendere la posta in palio all’ambizioso Palermo di Delio Rossi.
Sconfitte a Parma, per 2 a 0, le Rondinelle cercano riscatto al Rigamonti, ma sarà difficile contro i rosanero, guidati dalla classe di Pastore e dalla velocità e fiuto per il gol della coppia MaccaroneHernandez.
Riscatto è la parola d’ordine anche in casa dei biancocelesti, sconfitti a Genova da Cassano e compagni. Di fronte, nel secondo appuntamento stagionale, il Bologna che ha ben figurato contro la corazzata nerazzurra di Benitez, stoppandola infatti sullo zero a zero.
Sempre alle 15, occhi puntati sull’Olimpico di Torino, dove un’altra grande, la Juventus di Delneri, apparsa ancora lontana dalla migliore forma e ancora alla ricerca di una propria identità a conclusione del match di Bari perso meritatamente, cerca una scossa immediata davanti ai propri tifosi. Ma l’avversario è da prendere con le molle davvero, si tratta della Samp di CassanoPazzini, un ostacolo non propriamente leggero.
Lecce-Fiorentina e Genoa-Chievo le altre sfide pomeridiane in Serie A. In serata, invece, chiusura col botto. Al San Paolo va in scena il classico “derby del sud”, tra il Napoli di Mazzarri e il Bari di Ventura. I precedenti non portano bene ai galletti che non passano sull’ostico campo partenopeo dal dicembre 1959.

sabato 11 settembre
INTER-UDINESE (18:00)
CAGLIARI-ROMA (20:45)
CESENA-MILAN (20:45)
domenica 12 settembre
BRESCIA-PALERMO (12:00)
JUVENTUS-SAMPDORIA (15:00)
LAZIO-BOLOGNA
LECCE-FIORENTINA
GENOA-CHIEVO
NAPOLI-BARI (20:45)

Speak Your Mind

*