Serie A, Posticipo. Napoli-Bari 2-2. Castillo rovina la festa a Mazzarri

Nel posticipo della seconda giornata di Serie A, il derby del Sud tra Napoli e Bari, vibrante ed agonisticamente valido per tutti i 90 minuti, si chiude con il risultato di 2 a 2. Epilogo imprevedibile e rocambolesco al San Paolo, con i partenopei che trovano il vantaggio all’86’, grazie a capitan Cannavaro, ma subito dopo subiscono il pari di Castillo che regala un punto prezioso e meritato ai galletti di Ventura.
Strano per come è giunto ma sostanzialmente in linea con quanto si è visto sul terreno di gioco. Bari sprint nella prima mezz’ora: al 12′ lo scatenato Barreto fulmina sottoporta De Sanctis, anticipando i difensori partenopei sugli sviluppi dell’angolo tagliato di Parisi (scelto da Ventura come centrale al posto di Rossi, con Raggi sull’esterno in luogo di Belmonte).
Il Napoli, sorpreso dal vivace inizio dei pugliesi, fatica a reagire ed infatti, è sempre il Bari con Barreto a sfiorare il punto del raddoppio. In azione di contropiede il funambolico attaccante brasiliano sfodera una gran conclusione, in diagonale di collo pieno, ma la palla sbatte sfortunatamente sul palo e poi viene allontanata da Grava e compagni.
Salvato dalla dea bendata, l’undici di Mazzarri si produce in un’ottima iniziativa e al 30′ trova il pari. Cross in area per Hamsik che controlla la sfera e poi la serve a Cavani. L’uruguagio si dimostra implacabile cecchino e con un destro di prima intenzione fulmina Gillet, realizzando il secondo goal in due partite, quarto nella stagione. 1 a 1 e squadre negli spogliatoi, con Barreto che accusa un problema muscolare. Sarà sostituito da Ventura con Nacho Castillo.
La ripresa si apre con una clamorosa occasione fallita dai pugliesi. Al 5′ Almiron arrifva a tu per tu con De Sanctis ma il tocco lezioso non preoccupa il portierone napoletano che resta in piedi e blocca la sfera, salvando i suoi dalla pericolosa minaccia. Al 39′ ancora ospiti in evidenza, con un siluro di Parisi; De Sanctis respinge, non in maniera pulita, poi però si dimostra reattivo e blocca con sicurezza la la conclusione succesiva di Castillo.
Tanto Bari, goal del Napoli. Al 41′, infatti, cross di Lavezzi (ben imbeccato dal neoacquisto Sosa, giovane argentino di grandi qualità prelevato dal Bayern Monaco), e colpo vincente di Cannavaro che si coordina bene approfittando della corta respinta della difesa barese.
Sembra fatta, ma pochi istanti dopo, su azione di contropiede, il Napoli si fa sorprendere dall’accelerazione di un instancabile Almiron che vede con la coda dell’occio Castillo, lesto ad insaccare da pochi passi. Duro ma giusto il commento di Mazzarri, tecnico degli azzurri: “Siamo stati dei bambini“. Fatto sta che il pareggio è più che giusto, caro Walter.

Speak Your Mind

*