Serie A: La domenica dei tre tenori. Totti a 4 goals da Roberto Baggio

Il numero dieci è nel calcio simbolo supremo di signorile eleganza, di capacità tecnica fuori dal comune, di due piedi che prima di essere, creano. La trentesima giornata della serie A, ci ha consegnato le gesta di tre numeri dieci che per dirci per tre volte o per trenta volte, come la somma dei loro numeri di maglia e come il numero della giornata nella quale si sono espressi, che il calcio è un opera d’arte, che i tifosi non vanno a vedere una semplice partita ma si gustano una rassegna di quadri, vere e proprie tele, da incanto.
Questi tre numeri dieci si chiamano Alessandro, Francesco e Antonio, più italiani di così si muore. Sono i numeri dieci di Juventus, Roma e Udinese. Il numero dieci è sacro, lo vorresti sempre nella tua squadra, il numero dieci diventa familiare e tra le foto dei tuoi figli, nelle pareti di casa, spunta anche il suo poster che ti avvicina ancora di più al calcio perché ti stuzzica la fantasia e ti fa sognare nella vita.
Nella prima domenica dopo la festa dell’unità d’Italia, questi tre ragazzini nati al nord (Conegliano veneto Alex), al centro  (Roma Checco)e al sud (Napoli Totò) unificano ancor di più lo stivale con dei gol che fanno vincere le proprie squadre e sgranare gli occhi. Alessandro e Francesco sono il cuore che batte di Juventus e Roma, Antonio è l’anima dell’Udinese. Loro non si sono fatti attrarre da nessuna sirena ma, quando la sirena di molti allarmi stava per suonare, hanno risposto presenti, presentissimi per spegnerla ed accendere musica di talenti puri. Juve e Roma hanno iniziato ad andare male quando hanno sostituito il cuore con i muscoli; ieri questi numeri dieci ci hanno detto che il calcio vive di cuore.
Alessandro con una serpentina delle sue ha ubriacato mezzo Brescia e ha portato la sua Juve al gol decisivo, Francesco ha pareggiato due volte per la sua Roma il vantaggio fiorentino e Antonio ha messo il golletto della sicurezza della sua Udinese contro il Catania. Non ci sono nella nuova lista di mister Prandelli per gli impegni azzurri contro Slovenia ed Ucraina ma ieri, Del Piero, Totti e Di Natale hanno ancor di più unito ed abbellito l’Italia pallonara (Luca Savarese).

Speak Your Mind

*