Serie A: Bologna-Genoa alle 18, in serata Inter-Benevento

Serie A: Donadoni sfida Ballardini

Donadoni nella conferenza di presentazione di Bologna-Genoa

La Serie A, giunta alla 26^ giornata, si apre (Burian permettendo, ndr) alle 18 con la sfida del Dall’Ara tra Bologna e Genoa. In serata, poi, spazio all’Inter di Spalletti, di scena a San Siro contro il Benevento.

Bologna senza Palacio, Genoa con Pandev-Galabinov in attacco

Salvo neve in quantità industriale Bologna e Genoa scenderanno in campo alle 18, nel primo anticipo della 26^ giornata di Serie A. 30 punti in classifica e vittoria, nell’ultimo turno, per entrambe (2 a 1 degli emiliani al Sassuolo, 2 a 0 dei liguri all’Inter, ndr) le squadre, pronte a darsi battaglia in questo match, equilibrato, ma dalla tradizione nettamente favorevole ai padroni di casa (solo 4 vittorie su 42 trasferte in Serie A per la squadra genoana).

Ancora assente Palacio (Verdi torna disponibile ma partirà dalla panchina) nel Bologna che però potrà contare su Mattia Destro, di nuovo protagonista in attacco insieme a Di Francesco, chiamato dal Ct Di Biagio per lo stage in azzurro. In difesa, Helander, Gonzalez e Masina mentre a centrocampo Donadoni punterà su Poli, Pulgar e Dzemaili in mezzo, nel 4-3-3 che probabilmente sarà adottato dal tecnico bergamasco.

Ballardini, invece, artefice della rinascita del Genoa (24 punti nelle ultime 13 giornate di Serie A) è pronto a schierare la sua squadra con il 3-5-2 nel quale Pandev-Galabinov (in vantaggio su Lapadula) sarà il duo d’attacco. Passando alla zona mediana, spazio a Bertolacci, Hiljemark e Rigoni (o Bessa, altro dubbio per il mister genoano) con Rosi e Laxalt a spingere sulle fasce. In difesa Rossettini, Spolli e Zukanovic a protezione della porta difesa da un Perin in grande spolvero.

Inter con il dubbio Icardi contro lo scatenato Benevento

Ambizioni diverse ma punti fondamentali per entrambe. L’Inter cerca il successo perduto, per tornare protagonista in zona Champions (attualmente è quinta, alle spalle di Lazio e Roma, ndr), mentre il Benevento, tornato a credere nella salvezza grazie al successo sul Crotone, e alle contemporanee sconfitte di Spal ed Hellas Verona, vuole continuare a sognare, anche se sono 11 i punti da recuperare ai calabresi.

Per quanto riguarda le formazioni di questo secondo anticipo di Serie A, Spalletti vuole cancellare la crisi (6 punti nelle ultime 5 gare) ma deve fare i conti ancora con il dubbio principale di formazione, ovvero la presenza di Maurito Icardi. Rischiarlo (a pochi dal derby) o puntare su Eder? Lo scopriremo solo all’ultimo. Torna Miranda tra i convocati, ma saranno ancora Skriniar e Ranocchia i titolari in difesa. In attacco ritrova il posto anche Perisic, assente contro il Genoa, mentre a centrocampo se Rafinha non ce la fa spazio a Gagliardini.

Rivitalizzato dal successo con il Crotone, firmato Diabaté, il Benevento di De Zerbi vuole provare il colpaccio a San Siro. Il tecnico delle “streghe” non avrà D’Alessandro, ma può contare su Guilherme, che dovrebbe partire titolare. Spazio dall’inizio anche per Cataldi, con Sandro e Viola in mediana.

 

 

Speak Your Mind

*