Serie A: Bene la prima di Benitez a San Siro

L’esordio a San Siro di Rafa Benitez è stato vittorioso. L’allenatore spagnolo supera una buona Udinese, costretta a cedere come accaduto all’esordio contro il Genoa. Le male lingue che pensavano in un ritorno della pareggite di manciniana memoria, sono state azzittite e i nostalgici di Mou si ritrovano con i primi tre punti in tasca.
Un antico proverbio diceva che a volte “Il meglio è nemico del bene”. L’epopea del mago di Setubal è stata un continuo spettacolo di meraviglie alle quali i tifosi si sono affezionati ma ora con Rafa non l’ha detto nessuno che debba andare per forza storta.
Da un castello si è passati ad un hotel di prestigio e poi gli abitanti non sono poi così diversi; mandare dal primo minuto lo sgusciante ex Parma Biabiany è stata una mossa coraggiosa ed apprezzabile ed il ragazzo parigino quando è uscito si è fatto il segno della croce e non ha certo lanciato maglie a terra in nome di altre preferenze di tifo come fece un certo Balotelli.
La difesa è la solita muraglia di muscoli e tecnica: bravo Floro Flores ad infilarsi e a trovare il golletto che ha illuso l’Udinese di portare a casa il pareggio che poteva essere anche qualcosa di più se Di Natale non fosse stato un tantino acerbo sotto porta. Lo scorso anno di questi tempi l’Inter stritolava il Milan nel derby e, dopo due giornate, aveva gli stessi punti di adesso: 4.
Se alla seconda giornata il gioco dodici mesi fa era veloce e rapidi i ritmi tra gli artisti, oggi, in questa seconda giornata, i neroazzuri hanno vinto perché hanno avuto più pazienza, perché hanno provato ad aspettare e a proporre un gioco cadenzato. Un vestito lo puoi imbastire in più modi, l’impirtante è che stia bene a chi lo indossa. A questa prima Inter il vestito che sta iniziando a confezionare Rafa per ora, va benissimo così.

Speak Your Mind

*