Serie A, Anticipi: Roma umiliata a Cagliari, Giaccherini fa impazzire il Diavolo

Doveva essere la serata di Ibrahimovic e Borriello, all’esordio in campionato rispettivamente con la maglia del Milan e con quella della Roma. Doveva…e invece è stata quella di Matri e di un Cagliari inesorabile – 5 a 1 ai giallorossi di Ranieri – ma anche di un Giaccherini superstar nel successo all’inglese del Cesena contro i rossoneri di Allegri. Finiscono così i due anticipi serali, di questo sabato in Serie A.
E’ andata così, con i romagnoli che si tolgono la grande soddisfazione di battere il Milan delle stelle (Pato, Ibra, Ronaldinho e Robinho), nella prima in casa dopo vent’anni dall’ultima apparizione in A. Tutto questo grazie proprio al piccolo folletto toscano (di Talla, nell’aretino), che fa impazzire la difesa milanista e si concede il lusso di trafiggere Abbiati, su assist di Bogdani, protagonista poi del vantaggio romagnolo. Nel finale, l’occasione di riaprire l’incontro capita sui piedi di Ibrahimovic che però, dal dischetto, fallisce la trasformazione cogliendo il palo esterno, con Antonioli che esulta come ad una rete segnata dai propri compagni.
In terra isolana, invece, va in scena il suicidio giallorosso, intorno al 20′, quando sull’1 a 1 (botta e risposta tra Conti, bestia nera della Roma, e De Rossi) dopo un miracolo di Julio Cesar su Acquafresca, Nicolas Burdisso interviene con una mossa da karate su Daniele Conti (portato via in barella, gli sarà suturato il profondo spacco sulla gamba con 30 punti di sutura, ndr) e si fa espellere, causando anche il penalty trasformato da Acquafresca per il 3 a 1 che chiude la prima frazione.
I sardi ne approfittano alla grande, dilagando, nella ripresa, ancora con Matri e infine con Lazzari che punisce una Roma nervosa, irriconoscibile, partita male come lo scorso anno. E dietro l’angolo c’è la trasferta di Monaco, contro il Bayern, nella prima sfida di Champions League. A voi le riflessioni…

Speak Your Mind

*