Serie A: Alle 18 la Juve con Cr7 esordisce a Verona, in serata Lazio-Napoli

Serie A: Ronaldo guida la Juve nell'esordio in campionato

Cr7 day al Bentegodi per l’esordio della Juventus in Serie A

L’attesa è finita, alle 18 con l’esordio della Juventus e di Cr7 a Verona contro il Chievo, scatterà il Campionato di Calcio di Serie A 2018-2019, 117^ edizione della massima divisizione calcistica italiana, che si chiuderà il 26 Maggio 2019. In serata, poi, la Lazio farà da battesimo al ritorno nel massimo campionato di Carletto Ancelotti, neoallenatore del Napoli dopo l’addio di Sarri, volato in Premier alla guida del Chelsea.

Ronaldo day al Bentegodi, Lazio-Napoli piatto forte della serata

Poche ore e scatterà il Campionato di Calcio di Serie A. La Juventus, reduce dal traguardo record dei 7 scudetti consecutivi, riparte a caccia del tricolore e di un’affermazione, in Europa (vedi Champions League), che manca dalla stagione ’95’96, dalla vittoria conquistata ai calci di rigore contro l’Ajax.

Per ottenere questo si affiderà ad un impianto collaudato e all’acquisto del secolo, quel fuoriclasse portoghese che risponde al nome di Cristiano Ronaldo, 5 volte Pallone d’oro e reduce da 3 Champions consecutive con il Real, e che scenderà in campo insieme ai bianconeri alle 18 al Bentegodi (tutto esaurito) contro il Chievo, guidato in panchina da Lorenzo D’Anna, dopo l’approdo di Maran in Sardegna alla guida del Cagliari.

Guardando ai precedenti tra le due formazioni, pochi sorrisi per la formazione veneta: il Chievo, infatti, ha raccolto un solo punto nelle ultime 12 sfide in Serie A contro la Juventus e non ha segnato nelle ultime tre. Inoltre, nelle ultime 6 stagioni la squadra bianconera ha vinto 5 volte la gara d’apertura della Serie A.

Allegri prepara il 4-2-3-1 con i tre alle spalle di Cr7 che dovrebbero essere Douglas Costa, Dybala e Bernardeschi. Bonucci, dopo il ritorno dal Milan, sarà di nuovo in difesa, a guidare la treguardia bianconera. Nel Chievo, invece, sarà il nazionale polacco Stepinski, arrivato in questo mercato dal Nantes, l’unica punta nel modulo (4-3-2-1) adottato dall’ex difensore clivense, con Giaccherini, Hetemaj e Birsa ad agire alle sue spalle.

Lazio mai vittoriosa dal 2012, dal 3 a 1 che regalò ai biancocelesti l’ultimo successo contro il Napoli (da quella data 5 affermazioni partenopee e due pareggi, ndr). Inzaghi e i suoi ragazzi, quindi, si preparano a sfatare questo tabù, ma dovranno fare i conti con un team desideroso di essere nuovamente protagonista in Serie A, con alla guida un Carletto Ancelotti pronto a far sognare i tifosi partenopei.

Dopo 9 anni il tecnico di Reggiolo, reduce dall’esperienza tedesca con il Bayern Monaco, si preprara a riassaporare il campionato italiano, con la speranza di mantenere l’imbattibilità che lo vede sempre (o quasi) vincente alla prima con una nuova squadra (6 vittorie ed un pari).

Per quanto riguarda la formazione, Ancelotti punta sul 4-3-3 con Mertens che dovrebbe vincere il ballottaggio con Milik per il ruolo di punta centrale. Insieme a lui Callejon e Insigne a completamento del tridente offensivo. Subito in campo il nuovo acquisto, Fabian Ruiz, ex Betis, che farà compagnia in mediana a capitan Hamsik. In porta Karnezis, panchina per l’ultimo arrivato, il portiere colombiano Ospina, acquistato dall’Arsenal.

Inzaghi, invece, senza Felipe Anderson (volato in Premier League al West Ham), De Vrij (Inter) e Nani (tornato allo Sporting), si gode però MilinkovicSavic (ancora biancoceleste nonostante le mire del Real), Luis Alberto e Immobile, che saranno protagonisti anche quest’anno in biancoceleste, oltre che i nuovi acquisti,  Correa, Badelj, Acerbi, Durmisi, Berisha.

Contro il Napoli non ci saranno sicuramente Patric e Lucas Leiva, squalificati, pertanto Simone Inzaghi darà subito spazio all’ex Fiorentina, Badelj, con Caceres a presidiare la corsia di sinistra. In difesa spazio al trio Luiz FelipeAcerbiRadu, mentre in attacco Luis Alberto verrà posizionato alle spalle di Immobile, nell’ormai consolidato 3-5-1-1.

Speak Your Mind

*