Russia, partenza con il botto. 5 a 0 all’Arabia Saudita, doppietta per Cheryshev

Pokerissimo della Russia nella gara inaugurale, stesa l'Arabia

Strapotere Russia all’esordio contro l’Arabia Saudita, è 5 a 0 per la nazionale di Cherchesov!

Inizio di Mondiale spettacolare per la Russia di Cherchesov che strapazza con un perentorio 5 a 0 l’Arabia Saudita di Pizzi nella gara inaugurale. Al Luzniki, Gazinsky segna il primo gol di Russia 2018, poi Cheryshev (due fantastiche magie), Dzyuba e Golovin chiudono la contesa. Nulla fare per gli arabi, domani EgittoUruguay chiude la prima giornata del Girone A.

Festa russa nella prima dei Mondiali, subito protagonista Golovin

Tutto facile per la Russia, devastante nella gara che ha inaugurato i Mondiali 2018. Al Luzniki, dopo il discorso di Putin e lo show di Robbie Williams, va in scena un match senza storia, con la nazionale di Cherchesov troppo forte per i sauditi e che ipoteca la gara già nel primo tempo, chiuso per 2 a 0. E’ Yuri Gazinsky (che non sembrava rientrare neanche tra i convocati del ct russo, ndr) a regalare il primo acuto alla nazionale padrona di casa.

Sugli sviluppi di corner, infatti, Golovin (nel mirino, come detto, della Juventus, ndr) firma l’assist per il mediano del Krasnodar che, di testa, manda la sfera in fondo al sacco. Un gol, di testa, che mancava all’esordio da Italia ’90, quando il camerunese Omam-Biyik sconfisse con un suo gol la corazzata Argentina.

E’ sempre Golovin a iniziare l’azione che porta poi, al raddoppio di Cheryshev (entrato al posto dell’infortunato Dzagoev, e subito grande protagonista del Mondiale russo). L’ala del Valencia si libera di un avversario saudita con un dribbling e poi scarica in porta per il 2 a 0 della Russia.  L’Arabia Saudita di Pizzi è tutta in un tentativo di Al Sahlawi, anticipato dai difensori russi, con rischio autogol.

La Russia dilaga, Arabia Saudita al tappeto

Ci si aspetta la reazione dell’Arabia Saudita, che invece latita, nonostante l’ingresso di Al Muwallah. La Russia controlla, rischiando qualcosa in due occasioni, per poi colpire in altre tre occasioni.

Entra il gigante Dzyuba, e dopo solamente sessanta secondi il giocatore dello Zenit (quest’anno girato in prestito all’Arsenal Tula, ndr) firma di testa, sul cross dello scatenato Golovin, il 3 a 0 della Russia. Poi è ancora show di Cheryshev che con un gran gol d’esterno manda in visibilio gli 80 mila del Luzniki, regalandosi una prestigiosa e inattesa doppietta.

Nel finale, al 93′, su calcio di punizione, la gioia meritata per Golovin. Il siberiano trafigge ancora una volta Al Mosailem, per il definitivo 5 a 0. I russi si giocheranno con Salah (nel match contro l’Egitto del 19 Giugno) le chanches di passare agli ottavi, Arabia già sull’orlo del baratro. Ma questa non è sicuramente una notizia tanto inattesa.

Speak Your Mind

*