Roma: Ranieri si dimette. Squadra affidata a Vincenzo Montella

Ho sempre pensato al bene della Roma – ha detto Ranieri dopo una partita come quella di oggi, ritengo sia giusto dare un segnale. Al fischio finale sono andato negli spogliatoi per ringraziare la squadra ed ho deciso di rassegnare le dimissioni“. Con queste parole, proferite dopo la sconfitta rocambolesca di Marassi contro il Genoa, con i giallorossi rimontati e battuti con il risultato di 4 a 3 dopo essere stati in vantaggio per 3-0, il tecnico testaccino Claudio Ranieri chiude la sua avventura alla guida della Roma, rassegnando le dimissioni nelle ore successive al tracollo in terra ligure. Al suo posto l’ex attaccante dei lupacchiotti, il partenopeo Vincenzo Montella.
Per dare una scossa“, questa è  la motivazione che ha convinto il mister capitolino a chiudere il suo rapporto con l’amata società giallorossa, al termine di giorni pesantissimi, trascorsi tra malesseri di spogliatoio, confusione generale e la pesante contestazione dei tifosi, che sono arrivati ad assediare il centro sportivo di Trigoria e lanciare uova poche ore dopo il ko in Champions League, rimediato mercoledì sera contro lo Shakhtar. Il ko clamoroso di Genoa, che ha seguito quello europeo con gli ucraini e le due brutte sconfitte con Inter e Napoli, ha fatto traboccare il vaso che si è rotto, con le conseguenze che tutti noi sappiamo.
Dopo aver sfiorato lo scudetto nella scorsa stagione, e aver regalato 4 derby consecutivi ai giallorossi, Ranieri lascia la squadra, che è apparsa slegata, confusa e smarrita. I giocatori non riescono ad esprimersi con serenità, anche a causa della grande incertezza che regna a livello societario, e non riescono più a seguire gli insegnamenti del mister il quale, con un atto d’onore, ha deciso di lasciare la compagine giallorossa per evitare che si rovini una stagione già pregiudicata (-9 dalla Lazio quarta e a rischio eliminazione in Champions League).
Questo il nostro saluto a Ranieri, che fa da contraltare al benvenuto a Vincenzo Montella, scelto da Rosella Sensi per traghettare la squadra verso lidi più felici e sereni e raggiungere un posto Champions che, a tutt’oggi, appare lontanissimo. L’ex bomber giallorosso (dal 1999 al 2007 ha vestito la casacca della Roma), reduce dalla positiva esperienza alla guida dei  Giovanissimi Nazionali della società capitolina, ha accettato la sua prima panchina “da grande” a 37 anni.
Contratto di cinque mesi (circa 900mila euro d’ingaggio) per l’aeroplanino (sarà presentato domani alle 12 e 45, alla vigilia del recupero col Bologna) che, dopo aver entusiasmato e fatto sognare i tifosi con i suoi goals, avrà il difficile compito di restituire serenità e entusiasmo dalla panchina. I tifosi chiedono a Montella di far tornare la Roma in alto, l’aeroplanino è pronto. In bocca al lupo Vincenzo.

Speak Your Mind

*