Roma-Lazio, Juventus-Napoli e poi l’Inter. Sabato scintillante in Serie A

Serie A: Roma e Lazio supersfida delle 15

Alle 15 Roma e Lazio contro nella stracittadina di Serie A

La 7^ giornata di Serie A si apre quest’oggi alle 15 con la stracittadina RomaLazio aribitrata da Rocchi. Questo il primo grande appuntamento di questo sabato calcistico che proseguirà, alle 18, con la supersfida tra Juventus e Napoli, divise in classifica da soli 3 punti. Fischietto del match sarà il livornese Banti. Poi, in serata l’Inter di Spalletti, a San Siro, contro il Cagliari, con arbitro designato Massa.

Derby della Capitale numero 149 in Serie A: 53 vittorie per la Roma, 37 quelle della Lazio

Alle 15 la Roma di Di Francesco e la Lazio di Simone Inzaghi saranno contro, all’Olimpico, nel derby capitolino numero 149, in Serie A, il secondo di sempre nel mese di Settembre. I precedenti parlano di 53 vittorie dei giallorossi (contro i 37 successi biancocelesti) e di una Roma vittoriosa in 5 delle ultime 7 sfide, compresa l’ultima del 17 Novembre scorso, quando fu 2 a 1 per i lupacchiotti con le firme di Perotti e Nainggolan.

Un solo successo nelle ultime 11 stracittadine per la Lazio, che non vince dal 30 Aprile 2017. In quell’occasione, il grande protagonista fu Keita Balde che aprì e chiuse i giochi nel 3 a 1 finale dei ragazzi di Inzaghi. Di De Rossi, invece, la firma del momentaneo 1 a 1 giallorosso. Il segno X (1 a 1 il risultato più frequente, capitano in 27 occasioni), nei derby ospitati dai giallorossi, manca infine dall’11 gennaio 2015: fu uno scoppiettante 2-2 con Mauri e Felipe Anderson rimontati da un incredibile Francesco Totti.

Per quanto riguarda le formazioni, Di Francesco sembra orientato a schierare i giallorossi con il 4-2-3-1. Pronto Dzeko dall’inizio, al posto di uno Schick ancora una volta deludente. Sulla linea della trequarti ci saranno Florenzi (a destra), El Shaarawy (a sinistra) e Pastore centrale. De Rossi e Nzonzi formeranno la diga di mediani, in difesa spazio a Santon sulla destra.

Inzaghi, invece, rilancia Milinovic-Savic, Immobile, Leiva e Marusic, in panchina alla Dacia Arena contro l’Udinese. Non ci sarà Radu, che sarà in panchina, quindi spazio a Wallace in difesa con Acerbi e Luiz Felipe nel consueto 3-5-1-1. Anche Correa tornerà “on the bench” con Luis Alberto impiegato nel ruolo di trequartista a sostegno di Ciro Immobile.

Alle 18 Juventus-Napoli, prima sfida scudetto. Ancelotti imbattuto nei precedenti contro Allegri

A distanza di 5 mesi da quel successo per 1 a 0, firmato Koulibaly, che aveva illuso i partenopei nella corsa al tricolore, è ancora JuventusNapoli. E’ancora sfida scudetto, con le due compagini protagoniste di un inizio di torneo importante (super quello dei bianconeri, con 6 vittorie su 6) e divise in classifica da sole 3 lunghezze. Ancelotti, grande ex del match, cerca il colpo con gli azzurri, in questo incrocio numero 145 in Serie A e non ha mai perso contro Allegri nelle sfide che li hanno visti contro.

Per quanto riguarda i precedenti (in totale) tra le due squadre, sono 66 le vittorie della Juventus, 31 invece i trionfi della squadra campana (47 i pareggi). Le statistiche dei match giocati in casa, invece, sono chiaramente a vantaggio della Juventus, avanti con 44 vittorie contro le 8 del Napoli.

Detto dell’ultima vittoria azzurra, l’ultimo successo della Vecchia Signora risale, invece, al 29 Ottobre 2016 e, in quell’occasione, fu 2 a 1 il risultato finale con reti di Bonucci e Higuain, e momentaneo pari napoletato realizzato da Callejon.

Allegri è stato chiaro in conferenza stampa: “Bonucci, Chiellini, Alex Sandro, Pjanic, Matuidi e Ronaldo giocheranno dal primo minuto“. Questi i sicuri protagonisti della supersfida con il Napoli, in un 3-5-2 che avrà Szczesny in porta, Bonucci-Barzagli e Chiellini in difesa, Cuadrado o Cancelo sulla destra, con Alex Sandro sull’altro lato. In mezzo al campo dovrebbero giocare Emre Can, Pjanic e Matuidi, con coppa d’attacco formata da Ronaldo e Dybala, o Mandzukic.

Ancelotti prepara il Napoli formato 4-4-2, con Insigne e Mertens in attacco (Milik inizierà dalla panchina). A centrocampo Allan e Hamsik, in zona centrale, mentre sugli esterni ci dovrebbero essere Callejon e Verdi. Difesa titolare, con Hysaj, Albiol, Koulibaly e Mario Rui, in porta Ospina.

Speak Your Mind

*