Roma corsara a Braga, pari tra Stella Rossa e Milan. Cade il Napoli a Granada

Serata agrodolce per le italiane nell’andata dei 16mi di Europa League. Bene la Roma di Fonseca e di Edin Dzeko, vittoriosa per 2 a 0 sul campo del Braga con il duo Dzeko-Mayoral. Meno bene il Milan agguantato in extremis, sul 2 a 2, dalla Stella Rossa in 10 uomini. Male il Napoli di Gattuso, punito 2 a 0 dal Granada con le firme di Herrera e Kenedy.

Torna al gol Dzeko, Pavkov stoppa il Diavolo. Herrera-Kenedy, Napoli ko

La Roma di Fonseca espugna Braga con il punteggio di 2 a 0 e torna a casa con in tasca più di metà qualificazione. Ottima prestazione dei giallorossi che vanno in gol nei primi minuti, con Edin Dzeko. Il bosniaco, tornato titolare dopo la “tregua” con Fonseca, la spinge dentro con una bella stoccata di prima intenzione, sul cross di Spinazzola.

Lo Sporting Braga prova a reagire, ma nella ripresa si complica ancora la vita, restando in dieci per il doppio giallo ad Esgaio. La Roma manca un paio di buone occasioni (Dzeko e Mkhitaryan), ritrova anche (per uno spezzone) il Faraone El Shaarawy e all’86’ trova un pesante 2 a 0. Stupenda azione corale, con Veretout sulla destra, pronto il rasoterra verso Mayoral (subentrato a Dzeko) che insacca per il raddoppio giallorosso.

Altalena di emozioni, invece, al “Marakana” di Belgrado dove il Milan impatta 2 a 2 contro la Stella Rossa. Due gol annullati ai rossoneri nei primi minuti, ma anche due belle parate di Donnarumma, decisivo su Ivanic. Al 42′, però, arriva il vantaggio dell’undici di Pioli: cross basso di Castillejo, in area, Borjan si lascia scavalcare e Pankov combina la frittata con l’autogol.

Il pari serbo arriva al 52′. Conclusione di Falcinelli, braccio di Romagnoli e calcio di rigore. Dal dischetto Kanga non fallisce per l’1 a 1 della Stella Rossa. Il Milan riparte e si procura la chance del nuovo sorpasso. Al 61′ Tonali spinge il contropiede e poi serve in area Hernandez che cade nel contatto con Pankov. Per l’arbitro è rigore che lo stesso terzino trasforma.

Al 77′ secondo giallo a Rodic, ma nonostante l’uomo in meno i serbi non mollano. E, in pieno recupero (93′) su corner Pavkov colpisce di testa e gela Donnarumma per il 2 a 2. Una beffa per il Milan di Pioli che, comunque, torna a casa con un risultato positivo in vista del ritorno.

Serata negativa, infine, per il Napoli di Gattuso. In piena emergenza causa infortuni (e con i soli Bakayoko e Zielinski in panchina insieme a tutti Primavera), la squadra partenopea cede 2 a 0 al Granada. Sono due minuti, in sostanza, che condannano il Napoli alla sconfitta. Al 19′ Herrera batte Meret, di testa, su cross di Kenedy, poi al 21′ è quest’ultimo con un diagonale a raddoppiare.

Il Napoli prova la reazione nella ripresa, ma manca di lucidità negli ultimi metri. Zielinski spara alto, Rrahmani non inquadra lo specchio. Ci prova anche Osimhen ma Silva blocca la sua conclusione su schema da piazzato. Il gol della speranza non arriva, servirà una grande prova al “Maradona“.

Speak Your Mind

*