Risultati: Roma e Napoli le anti-Milan. Delude la Juve, Inter e Lazio strapazzate

Il Milan vince, a fatica, nel posticipo, contro il Cesena (secondo autogol di fila di Pellegrino, e raddoppio allo scadere di Ibra) e risponde con fermezza a Roma e Napoli che si candidano seriamente come le avversarie più accreditate del club di Allegri per la conquista del titolo in Serie A. I giallorossi spazzano via il Cagliari, con il risultato di 3 a 0 (vantaggio di Totti, giunto al 250° sigillo in A, raddoppio di Perrotta e tris finale di Menez) in uno degli anticipi della 21° giornata, e volano al terzo posto solitario, a quota 38 punti, mentre con un gol di meno (reti di Lavezzi e Cavani) gli azzurri di Mazzarri, impegnati ieri al San Nicola, inguaiano sempre di più il Bari di Ventura e continuano a volare. I campani sono ora secondi alle spalle dei rossoneri con 40 punti, a -4 da Ibra e compagni.
Si ferma, invece, a cinque successi consecutivi la striscia positiva di Leonardo. L’Inter frana rovinosamente a Udine, contro la banda scatenata di Guidolin, vittoriosa con il risultato di 3 a 1, in rimonta dopo il vantaggio iniziale firmato da Stankovic. Di Zapata, Di Natale (15° centro in Serie A) e Domizzi le firme sulla sontuosa vittoria. Delude anche una spuntata Juventus, stoppata a Genova dalla Sampdoria sullo zero a zero di partenza. A “tradire” la Signora è il suo capitano di lungo corso, Alex del Piero, il quale fallisce due clamorose occasioni per poter cogliere l’intera posta in palio.
In chiusura, secca sconfitta per una Lazio estremamente nervosa che perde a Bologna non solo la partita, colpita per ben due volte dall’ex Di Vaio dopo che Ramirez aveva risposto al vantaggio iniziale esterno firmato da Floccari, ma anche la testa. Dias e Zarate i più nervosi, il primo viene espulso (dopo ripensamento dell’arbitro Rocchi che lo aveva in un primo tempo ammonito) per uno schiaffo a Gimenez (ancher lui allontanato perchè si era alzato indebitamente dalla panchina) nel primo parapiglia che si era acceso a causa della brutta entrata del centrale brasiliano su Ramirez. Il secondo sfoga la sua rabbia a fine gara (nel secondo parapiglia) prendendosela con il mondo intero e, con un pugno, sfiora involontariamente la faccia dell’assistente dell’arbitro. La palla passa ora al giudice sportivo.
Ecco, nel dettaglio, i risultati della 21° giornata del campionato di Serie A, con i relativi marcatori:
Sabato (ore 18:00)
Palermo – Brescia 1-0 (86′ Bovo);
Parma – Catania 2-0 (56′ Candreva; 62′ Giovinco);
(ore 20:30)
Roma – Cagliari 3-0 (21′ rig. Totti; 70′ Perrotta; 92′ Menez);
Domenica (ore 14:30)
Udinese – Inter 3-1 (16′ Stankovic; 21′ Zapata; 25′ Di Natale; 69′ Domizzi);
(ore 15:00)
Bari – Napoli 0-2 (38′ Lavezzi; 86′ Cavani);
Bologna – Lazio 3-1 (5′ Floccari; 36′ Ramirez; 39′ e 90′ Di Vaio);
Chievo – Genoa 0-0;
Fiorentina – Lecce 1-1 (29′ Di Michele; 56′ Gilardino);
Sampdoria – Juventus 0-0;
(ore 20:30)
Milan – Cesena 2-0 (45’pt aut. Pellegrino, 91′ Ibra)

Speak Your Mind

*