Risultati quinta giornata. Delude il Real, Trezeguet doppietta, Valencia in testa

Delude il Real di Mourinho. Le merengues non vanno oltre lo zero a zero in casa del neopromosso Levante e mancano l’aggancio al Valencia, vittorioso sabato con il risultato di 2 a 0 (a casa Gijon) e meritatamente capolista solitario della Liga, con 13 punti.
Lo “Special One“, autore di un inizio d’avventura sicuramente non esaltante, sulla panchina dei Galattici, chiede tempo ai tifosi e al presidente Florentino Perez (che lo ha difeso pubblicamente, accordando fiducia e tempo all’ex mister nerazzurro) per poter trovare l’amalgama giusta ma il secondo pareggio consecutivo in trasferta dei blancos, che faticano enormemente (rispetto al passato) a segnare, inizia a spazientire il caldo ed esigente pubblico madrileno che vuole soltanto vedere i propri beniamini uscire dal campo con i tre punti.
Vincere, insomma. Non c’è altra soluzione per queste squadre, da sempre “condannate” a fare risultato. Non ci è risucito il colosso di Madrid, ce l’ha fatta, con una grande dimostrazione di forza, la corazzata di Guardiola. Infatti, il Barcellona, senza Messi, espugna il San Mames di Bilbao, con una prestazione convincente e tre reti, ad una, firmate Keita, Xavi e Busquets (Gabilondo per i baschi). L’unica nota negativa è l’espulsione per reazione del nazionale iberico David Villa, che rischia di saltare il derby personale contro l’ex amore, il Valencia, in programma tra due settimane al Mestalla.
I blaugrana, insomma, tengono il passo di Villareal e Valencia, e si trovano ad occupare la seconda piazza, a 12 punti (ad una sola lunghezza dai “pipistrelli” di Emery), in compagnia del “sottomarino giallo“. Ultime due battute proprio per il Villareal di Giuseppe Rossi, ancora a segno nel 3-2 della Rosaleda contro il Malaga.
I gol di Nilmar e le giocate di Santi Cazorla, insieme all’acuto dell’azzurro sono le note positive di questa formazione che continua a stupire e che si ritrova a braccetto con i catalani, in questa corsa di vertice all’inseguimento del Valencia. Complimenti.
Applausi, in chiusura, anche a David Trezeguet. Il bomber franco-argentino, ex Juventus, firma la doppietta che regala il successo all’Hercules contro il Siviglia (la sconfitta degli andalusi costa la panchina ad Alvarez, al suo posto Manzano). Dal dischetto e con una deviazione sotto porta “Trezegol” continua a segnare, dimostrando di essere uno dei più grandi centravanti d’area.

Posticipo
Malaga-Villarreal 2-3
4′ Eliseu (M), 21′ e 34′ Cazorla (V), 24′ Rossi (V), 30′ Rondon (M)

Giocate domenica
Deportivo-Almería 0-2
4′, 18′ Uche
Espanyol-Osasuna 1-0
24′ Vazquez
Maiorca-Real Sociedad 2-0
5′, 62′ Cavenaghi
Racing-Getafe 0-1
16′ Mata
Hercules-Siviglia 2-0
21′ rig, 38′ Trezeguet
Atl. Madrid-Real Saragozza 1-0
20′ Costa

Giocate sabato
Sporting Gijón Valencia 0-2
7′ Topal (V), 10′ Soldado (V)
Levante Real Madrid 0-0
Athletic Bilbao Barcellona 1-3
55′ Keita (B), 74′ Xavi (B); 90′ Gabilondo (A), 92′ Busquets (B)

Speak Your Mind

*