Risultati: Pazzini regala all’Inter il -2, Cavani riavvicina il Napoli alla vetta. 201 volte Totti

Solo due punti. Questo il gap che separa l’Inter dal Milan, in Serie A, dopo il ko dei rossoneri a Palermo nell’anticipo, e la vittoria di ieri, sofferta, dei nerazzurri con il Lecce, grazie a Pazzini. Tra due settimane, dopo la sosta del campionato per via degli impegni della nazionale di Prandelli, ci saranno degli incroci pazzeschi, a partire chiaramente dal derby scudetto tra le due rivali milanesi.
Intanto ieri, oltre al successo dell’undici di Leonardo, c’è stata l’ennesima vittoria della stupenda Udinese di Guidolin, che supera al Friuli, con il risultato di 2 a 0 (settima gara consecutiva senza subire goals), il Catania, e si riappropria del quarto posto, a quota 56 punti, soffiandolo alla Lazio, vittoriosa nell’anticipo con il Cesena. Ancora a segno, anche se su rigore, Totò Di Natale, sempre più capocannoniere della Serie A con 25 goals. Suo il 2 a 0 dopo la splendida battuta al volo di Inler dell’1 a 0.
E la Roma? I giallorossi di Montella tornano dalla trasferta del Franchi, con la Fiorentina di Mihajlovic, con un risultato che non può soddisfare. Il 2 a 2 di ieri, anche se ottenuto in rimonta, non aiuta in ottica Champions, viste le vittorie di Lazio e Udinese. La consolazione arriva dalla doppietta di Totti, che incanta con l’ennesima prestazione fantastica e arriva a quota 201 goals in Serie A, a -4 da un certo Roberto Baggio. Complimenti.
Torna al successo, invece, e dopo oltre un mese, la Juventus di Delneri che, a fatica, batte il rimaneggiato Brescia di Iachini per 2 a 1. Contestazione pesante all’Olimpico di Torino, nei confronti di squadra e tecnico, l’unico applaudito dai tifosi bianconeri è capitan Del Piero che ripaga l’affetto con l’ennesima grande prova e il goal vittoria (numero 182 in Serie A): accelerazione, dribbling secco su un avversario e sinistro all’angolino. Chapeau.
Con lo stesso risultato, nel posticipo della 30°, conquista i tre punti anche il Napoli sul coriaceo Cagliari di Donadoni. A regalare il successo al team di Mazzarri ci pensa la coppia LavezziCavani. Il pocho rimedia il rigore dell’uno a zero, trasformato dal matador, che torna al goal in Serie A dopo parecchie settimane. Poi lo stesso bomber uruguagio realizza il sigillo numero 22, e rete del definitivo 2 a 1 dopo il pari di Acquafresca, con un delizioso pallonetto su Agazzi. Napoli a quota 59, sempre ad un punto dai nerazzurri, ma riavvicinatosi soprattutto al Milan, distante ora solo 3 punti.
Ecco i risultati e marcatori della 30° giornata di Serie A:

BARI – CHIEVO 1-2
38′ Pellissier (C), 41′ rig Ghezzal (B), 51′ Moscardelli (C)
BOLOGNA – GENOA 1-1
27′ Di Vaio (B), 42′ Dainelli (G)
FIORENTINA – ROMA 2-2
22′ Mutu (F), 27′ rig Totti (R), 34′ Gamberini (F), 53′ Totti (R)
INTER – LECCE 1-0
54′ Pazzini
JUVENTUS – BRESCIA 2-1
23′ Krasic (J), 42′ Eder (B), 68′ Del Piero (J)
LAZIO – CESENA 1-0
2′ Zarate
PALERMO – MILAN 1-0
10′ Goian
SAMPDORIA – PARMA 0-1
66′ Zaccardo
UDINESE – CATANIA 2-0
21′ Inler, 74′ rig Di Natale

posticipo
NAPOLI – CAGLIARI 2-1
(2 Cavani, Acquafresca)

Comments

  1. Mi piace un campionato italiano, e la mia squadra preferita è il Milan l’Inter. scusate se la mia lingua coperti. grazie ragazzi.

Speak Your Mind

*