Risultati: L’Inter travolge il Genoa, Napoli bloccato dal Brescia. Sculli gioia Lazio

L’Inter risponde con veemenza al Milan, vittorioso di misura (goal di Gattuso) nell’anticipo con la Juventus, e travolge in casa il Genoa con il risultato di 5 a 2 (dopo essere andata sotto a causa del goal di Palacio) nella 28° giornata della Serie A. Il Napoli, invece, non va oltre lo 0 a 0 casalingo contro il Brescia, ne approfittano Lazio e Udinese, ormai ad un passo dai partenopei dopo i successi su Palermo e Bari. Parte male l’avventura di Cosmi alla guida dei rosanero, matati nel posticipo per 2 a 0, all’Olimpico, dai biancocelesti, in virtù della doppietta di Sculli (in fuorigioco sul lancio di Ledesma nell’occasione del raddoppio).
Questo e tanto altro è successo nella domenica di Serie A appena conclusa. L’Inter si arrabbia, dopo aver subito il punto genoano firmato da Palacio, e reagisce con forza nella ripresa, ribaltando la situazione con il pari di Pazzini e la doppietta del solito mostruoso Eto’o (giunto a 18 reti stagionali in Serie A). Pandev e Nagatomo (primo goal con l’Inter) infieriscono sulla squadra di Ballardini, che nel finale addolcisce la pillola trovando un altro goal, con il primo centro in campionato del neoacquisto Boselli.
Questa la risposta dei nerazzurri ai “cugini”, è mancata invece, in Serie A, quella del Napoli, ancora orfano (ma per l’ultima volta) di Lavezzi, che, dopo il tracollo subito a San Siro col Milan, delude ancora in casa con il Brescia, il quale strappa con i denti un punto prezioso al San Paolo e continua a credere nella salvezza. Mazzarri protesta per un rigore non concesso dall’arbitro bergamasco Mazzoleni (spinta in area su Maggio), Corioni risponde che il fischietto lombardo ha diretto bene e, forse, è stato un pochino casalingo. Il bello del calcio è anche questo.
Morale della favola, il Napoli non riesce più a vincere (un punto nelle ultime due gare) e ora sente il fiato del collo della Lazio, vittoriosa con la doppietta dell’ex genoano Sculli (anche se la seconda rete è viziata da fuorigioco) sul Palermo del neoallenatore Cosmi (non è cominciata bene la storia di Serse in terra siciliana), che paga un inizio di gara shock e sostanzialmente devisivo, e dell’Udinese che, a fatica, e dal dischetto, piega con Di Natale un Bari volenteroso e grintoso nonostante ormai sia con un piede e mezzo in Serie B.
Vittoria larga e meritata della Fiorentina sul Catania. I viola di Mihajlovic travolgono i siciliani con il risultato di 3 a 0, grazie alla doppietta di Mutu e al tris di Gilardino. Pareggio a reti bianche, sempre ieri pomeriggio, tra Chievo e Parma, che si accontentano di un punticino a testa, e un vivace 2 a 2 tra Bologna e Cagliari con i felsinei che riprendono il Cagliari “per i capelli”, al 94′ con Ramirez, regalando una beffa ai sardi e il primo pari della gestione a Donadoni.
Ecco i risultati, marcatori e classifica della Serie A dopo la 28° giornata:

Bologna 2-2 Cagliari (Di Vaio rig., Cossu, Ragatzu, Ramirez)
Chievo 0-0 Parma
Fiorentina 3-0 Catania (2 Mutu, Gilardino)
Inter 5-2 Genoa (Palacio, Pazzini, 2 Eto’o, Pandev, Nagatomo, Boselli)
Napoli 0-0 Brescia
Udinese 1-0 Bari (Di Natale rig.)
Lazio-Palermo 2-0 (2 Sculli)

La classifica:
Milan 61, Inter 56, Napoli 53, Lazio 51, Udinese 50, Roma 46, Juventus 41, Palermo 40, Cagliari 39, Fiorentina 37, Bologna 36, Genoa 35, Chievo 32, Sampdoria 31, Catania 29, Parma 29, Cesena 28, Lecce 28, Brescia 25, Bari 16.

Speak Your Mind

*