Risultati Anticipo: Juventus matata da Di Vaio. Bologna corsaro dopo 30 anni

Delneri si aspettava la “rivoluzione mentale” dalla Juventus e dai suoi ragazzi, la scossa capace di far ripartire il motore bianconero dopo la sconfitta di Lecce, e invece trova un altro brutto ko, in casa col Bologna nell’anticipo della 27° giornata di Serie A, che fa precipitare sempre più le azioni della Signora. E’ il bomber rossoblu Di Vaio , con una splendida doppietta (raggiunge quota 16 nella classifica marcatori) a sancire, dopo 30 anni, l’impresa dei rossoblu a Torino (ultima vittoria, contro la Juve di Trapattoni, il 5 ottobre 1980, grazie al rigore di Paris), e regalare un’altra serata amara al club di Corso Galileo Ferraris.
Colpita in terra salentina, con un secco 2 a 0, affondata in casa dal Bologna con il medesimo risultato. La barca bianconera cola a picco e Delneri è sempre più sulla graticola, sempre più a rischio (e la prossima settimana arriva il Milan). Dopo la prematura uscita dalle coppe, ora anche il quarto posto Champions, nel campionato di Serie A, si allontana sempre più.
L’antico ex, Marco Di Vaio (nella foto; dal 2002 al 2004 in bianconero), un highlander del calcio italiano, trascina il Bologna ad una storica vittoria, a tre punti fondamentali per avvicinarsi sempre più alla salvezza, e con una doppietta punisce mortalmente una Juve arruffona nel gioco e tremolante nel carattere, contestata e irrisa dai suoi tifosi che la scherniscono cantando “Vinceremo il tricolor” e invitano i giocatori ad “andare a lavorare“.
Primo tempo positivo per il team bianconero che, dopo aver sfiorato il gol con Matri, ci va ancora vicino con Iaquinta, la cui girata repentina in area trova però solamente il palo alla sinistra di Viviano. Nella ripresa, però, la Juve si spegne e si accende il Bologna con il Di Vaio show. Al 4′ Felipe Melo perde palla davanti alla difesa, alla in profondità per Di Vaio, che fa secco sullo scatto Barzagli, resiste al ritorno di Chiellini e trafigge Storari in uscita.
La Juventus non ci sta e reagisce prontamente. Nell’ennesima mischia creata dalle parti di Viviano, Bonucci non riesce nel tap-in sottoporta, Di Vaio invece si scatena ancora e manda al tappeto i bianconeri. Il bomber romano salta in dribbling Bonucci e Grygera e fulmina Storari sul suo palo, mettendo a segno il 16° sigillo di una stagione fantastica. Nel finale, sia Bonucci che Toni provano a riaprire l’incontro, ma la porta del Bologna resiste come fosse un bunker anti-atomico.
Ottava sconfitta in Serie A per la Juventus, che vede l’Europa allontanarsi sempre più, ma che soprattutto sembra entrata in un tunnel senza uscita. Il Bologna, invece, continua a mettere fieno in cascina e si avvicna, ad ampie falcate, alla salvezza. Complimenti Malesani.

Speak Your Mind

*