Risultati Anticipi: Sorrisi per Parma e Palermo. La Roma di Totti si sbarazza del Cagliari

Risultati “casalinghi” nei tre anticipi di sabato, che hanno inaugurato la 21° giornata di Serie A. Infatti nel pomeriggio Parma e Palermo superano, rispettivamente, Catania e Brescia tra le mura amiche mentre, in serata, sempre a casa e con un secco 3 a 0 la Roma di Ranieri rispedisce al mittente il Cagliari di Donadoni, il quale ha creato tanti grattacapi alla squadra capitolina nonostante la sconfitta.
Parte male, nella sua prima avventura da allenatore in Serie A, l’argentino Simeone, all’esordio sulla panchina del Catania. I siciliani non giocano male ma sprecano troppe occasioni e cadono sotto i colpi dei gialloblu, cinici nella seconda parte di match. I ragazzi di Marino riscattano, così, la sconfitta subita a Brescia la scorsa settimana, incamerando tre punti preziosi che li proiettano a quota 25 (mentre gli etnei restano fermi a 22 in piena zona retrocessione). Di Candreva e Giovinco (con uno splendido calcio piazzato) le reti del definitivo risultato di 2 a 0.
Sempre nel pomeriggio, affermazione casalinga per il Palermo che cinge di assedio (diverse le occasioni create ma non sfruttate) un rimaneggiato Brescia (mancavano Diamanti, Bega, Eder tra gli altri) per novanta minuti ma solamente all’86’  e dopo aver rischiato il ko (traversa clamorosa di Caracciolo) riesce a trovare il gol vittoria. A decidere il secondo anticipo di Serie A è il centrale Bovo (rientrato in squadra proprio questa settimana) con una bellissima esecuzione da calcio piazzato, sulla quale non può nulla Arcari (sostituto di Sereni), autore comunque di un’ottima prestazione e di alcuni interventi di grande spessore.
In serata, infine, a fatica nonostante il risultato possa far pensare a tutt’altro, la Roma coglie un altro importante successo (dopo quello di Cesena) e si sbarazza per 3 a 0 del Cagliari di Donadoni. I sardi giocano senza timori reverenziali e con le accelerazioni di Cossu mettono sovente in apprensione la retroguardia giallorossa. Il vantaggio arriva, infatti, su calcio di rigore, concesso per una trattenuta in area su De Rossi. Totti trasforma e raggiunge la straordinaria quota di 250 goals in Serie A.
Il Cagliari, comunque, insiste e mette sotto i lupacchiotti soprattutto nei primi 15 minuti della ripresa. Ma a segnare ancora sono i romanisti, con Perrotta. Punizione di Totti, Juan svetta di testa, Agazzi si lascia scappare la sfera sulla quale si avventa il centrocampista giallorosso che insacca da pochi centimetri. Il tris, finale, che congela il risultato è invece frutto di un’altra gemma firmata Menez: il francese, imbeccato in area da Vucinic, mette a sedere Agazzi con una finta e poi deposita in rete. Chapeau.

Speak Your Mind

*