Riecco Buffon

E’ tornato Gigi Buffon, e lo abbiamo rivisto, con grande gioia, in JuventusCatania di Coppa Italia, dopo tanto e tanto tempo. E’ tornato Gigi e con lui riprende quota la speranza della Juve di ritornare ad essere credibile sul campo dopo che, nel recentissimo passato, è stata messa a ferro e fuoco troppe volte, prendendo gol e perdendo punti e forza.
Torna Gigi perché la porta della Juve forse sta bene solo a lui; non che Storari e compagnia bella non siano bravi ma come il solo Ulisse infilzò l’arco nella tela di Penelope, così solo Gigi può infilare i guanti nella casa di Madama.
Basta con portieri bravi ma non mostri. Se in ogni parte del campo i bianconeri hanno provato a riunire elementi dalla chiara impronta operaia: Motta Pepe , su tutti, in porta mancava l’aurea e la confidenza di uno come Gigi, il solo oggi con Alex Del Piero a scendere anche giù in B e a risalire e ad essere ancora lì, alla Juve, quindi faccia,respiro e braccia per la causa zebrata, mica un voltagabbana qualunque.
In attesa di recuperare Toni, costretto già a fermarsi (lesione al collaterale), e aspettando varie punte, la Juve torna a coccolare il suo portierone formato super, anima e corpo per la sua porta e linfa vitale per tutta la squadra. Bentornato Gigi: la Juve desidera ripartire da te e la giovane Italia di Prandelli ha ancora bisogno di te.

Speak Your Mind

*