Portogallo-Marocco e Iran-Spagna, il Gruppo B entra nel vivo

Ronaldo e il Portogallo a caccia della vittoria contro il Marocco

Ronaldo guida il Portogallo contro il Marocco nella 2^ giornata del Gruppo B

Punti pesanti in ballo nel Gruppo G con il Portogallo che, dopo il rocambolesco 3 a 3 con la Spagna, va a caccia di una vittoria fondamentale, in ottica qualificazione, contro il Marocco alle 14. Un successo significherebbe avvicinare fortemente gli ottavi di finale con 4 punti, mentre per Benatia e compagni, puniti beffardamente dall’Iran al 94′, è già una sfida da dentro o fuori. In serata match tutto da vivere tra Iran e Spagna, con gli asiatici che guardano le “Furie Rosse” dall’alto con i loro tre punti e il momentaneo primo posto nel raggruppamento.

Ronaldo sfida il Marocco, unico precedente favorevole agli africani

Da una parte il Portogallo, squadra di grande qualità tecnica e con un super attaccante come Cristiano Ronaldo, presentatosi con una tripletta alla Spagna, e dall’altra il Marocco di Renard che, pur non demeritando contro l’Iran, è stato affondato all’ultimo secondo, e dovrà ora dare tutto per non abbandonare il Mondiale russo.

Quella di oggi sarà la seconda sfida tra le nazionali di Portogallo e Marocco. Nell’unico precedente, che risale addirittura a Messico 1986, fu il Marocco a far sua la sfida grazie al 3-1 finale, che rappresenta anche l’unica sconfitta, contro squadre africane, per i portoghesi.

Cristiano Ronaldo sarà, naturalmente il principale punto di riferimento offensivo dei ragazzi di Santos, con Bernardo Silva, Guedes e Bruno Fernandes a supporto. Nei marocchini, invece, Renard propone un 3-4-3 con Belhanda, Kaabi e Amrabat a cercare di far male alla difesa lusitana.

Le probabili formazioni

Portogallo (4-2-3-1): Rui Patricio; Cedric, Pepe, Fonte, Guerreiro; William Carvalho, Joao Moutinho; Bernardo Silva, Guedes, Bruno Fernandes; Cristiano Ronaldo. All.: Santos.

Marocco (3-4-3): Munir; Hakimi, Benatia, Saiss; Harit, El Ahmadi, Ziyech, Boussoufa; Belhanda, Kaabi, S. Amrabat. All.: Renard.

Spagna al bivio, serve una vittoria contro l’Iran

Punti pesanti in ballo tra Iran e Spagna, con le Furie Rosse di Hierro che, dopo il pari all’esordio (in due delle ultime tre edizioni in cui non ha vinto il primo match, è stata eliminata (1998 e 2014) nella terza ha poi vinto il Campionato del Mondo), in rimonta, con il Portogallo, devono ora vincere, contro l’Iran, per non complicare sempre più il passaggio agli ottavi di finale del torneo russo.

Hierro, per conquistare il successo, conferma il 4-2-3-1 con Iniesta dal 1′ e con Diego Costa (autore di una fantastica doppietta contro il Portogallo) confermatissimo al centro dell’attacco. A supporto, oltre all’ex Barcellona, ci saranno Isco e David Silva. Nacho, Piqué, Sergio Ramos e Jordi Alba comporranno, invece, la difesa, a protezione di De Gea, chiamato al riscatto dopo la papera nella prima uscita sul tiro di Ronaldo.

Al primo posto nel Girone B, però, ci sono proprio gli asiatici, vittoriosi all’esordio contro il Marocco grazie all’autogol di Bouhaddouz arrivato al minuto 94′. Azmoun e compagni, quindi, sono pronti a rendere la vita difficile agli spagnoli  e, magari, a conquistare quella seconda vittoria consecutiva ai Mondiali che, per quanto riguarda le nazionali asiatiche, non riesce dal 2002, quando fu la Corea a compiere l’impresa.

LE PROBABILI FORMAZIONI

SPAGNA (4-2-3-1): De Gea; Nacho, Piqué, Sergio Ramos, Jordi Alba; Busquets, Koke; Isco, Iniesta, David Silva; Diego Costa. C.T. Fernando Hierro.

IRAN (4-5-1): Beiranvand; Haji Safi, Cheshmi, Pouraliganji, Rezaeian; Shojaei, Ebrahimi, Ansarifard, Amiri, Jahanbakhsh; Azmoun. C.T. Carlos Queiroz.

Speak Your Mind

*