Poker Uruguay, Brasile frenato dal Var

Spettacolare esordio dell’Uruguay che, con “5 italiani” in campo, frantuma l’Ecuador per 4 a 0 e si candida per un ruolo di primo piano nella Copa America. Frena invece il Brasile, più per demeriti della tecnologia – nello specifico del Var – che per quelli propri. La nazionale verdeoro rimane a secco contro il Venezuela e non bissa il successo ottenuto nella prima gara.

Capolavoro di Lodeiro, Quintero “aiuta” la Celeste

Un Uruguay scintillante travolge l’Ecuador e lancia sua candidatura alla vittoria finale. Gioco spumeggiante, gol meravigliosi e anche l’aiutino avversario con Quintero che rimedia il rosso, al 23′, lasciando la Tricolor in dieci e sotto di un gol.

Infatti, già al 6′, la Celeste va in rete, con la magia di Lodeiro. Sombrero sul suo marcatore e sinistro di controbalzo da applausi. 1 a 0 ed Ecuador incapace di offrire una reazione adeguata. L’unica è quella di Quintero che, con una gomitata proprio a Lodeiro, lascia i suoi in 10.

Cavani-Suarez coppia gol, l’autogol di Mina completa il poker uruguagio

E’ il via libera alla scatenata coppia gol Suarez-Cavani che, servita alla grande dall’accoppiata “italiana” Vecino-Bentancur, va in rete nel primo tempo. Dapprima ci pensa il Matador con una rovesciata fantastica, poi è il “Pistolero” a triplicare il vantaggio della Celeste all’intervallo.

Nella ripresa la musica non cambia. E’ solamente un Dominguez in serata di grazia a evitare un passivo più pesante, con la nazionale ecuadoregna che non riesce a reagire. Non è della stessa idea Mina che, con un goffo autogol, regala all’Uruguay il definitivo 4 a 0. Ecuador da dimenticare, Uruguay invece da osservare attentamente. La Celeste punta dritto alla finale.

Brasile stoppato dal Var, due reti annullate alla Selecao

Il Brasile non ripete la prova offerta (soprattutto nella ripresa) contro la Bolivia e chiude a reti bianche con il Venezuela, portandosi a 4 punti in classifica. Tanta confusione e poca consistenza offensiva per la Selecao, tanto che all’80’ sono solo 13 i tentativi provati verso la porta avversaria e pochi quelli riusciti veramente.

Inoltre, a rendere ancora più “arrabbiato” il Brasile, ci ha pensato il Var, con due reti annullate. La prima per un contestato fuorigioco di Neres, e poi quando sull’accelerazione devastante di Everton, Coutinho insacca da pochi passi. Anche in questa occasione rete annullata dalla tecnologia: un tocco di Firmino (in offside di un nulla) rende tutto inutile. Finisce 0 a 0, punto prezioso per il Venezuela, un passo indietro invece per il Brasile.

Please follow and like us:
error

Speak Your Mind

*