Pari tra Real e United, Ronaldo risponde a Welbeck. Hummels acciuffa lo Shakhtar

Ronaldo-Real-UnitedFinisce 1 a 1 il super match di Champions League tra Real Madrid e Manchester United, gara valida per l’andata degli ottavi di finale della massima competizione europea per club.
Al vantaggio iniziale dei Red Devils, firmato da Welbeck, ha replicato il fuoriclasse portoghese Cristiano Ronaldo per un pareggio che, seppur più favorevole agli inglesi (per la regola dei gol segnati in trasferta, ndr), lascia immutato il discorso qualificazione rimandandolo al 5 marzo, al retour match che andrà in scena nel tempio di Old Trafford.
Partenza forte del Real che attacca a spron battuto, con il guizzante Di Maria e il solito sontuoso Cr7. Palo clamoroso colpito dal terzino portoghese Coentrao, con leggera ma decisiva deviazione di De Gea, in tuffo, poi però alla prima occasione sono i ragazzi di Ferguson a passare: al 20′ sugli sviluppi di corner arriva lo stacco di testa di Welbeck che non lascia scampo a Diego Lopes.
Nonostante la doccia fredda il Real si “asciuga” ben presto e reagisce trovando l’1 a 1 con il grande ex dell’incontro (6 anni alla corte di Ferguson, ndr). Cross pennellato da Di Maria e stacco imperioso di Cristiano Ronaldo che non lascia scampo a De Gea.
A inizio ripresa il portiere del Manchester United è ancora bravo sull’indemoniato Di Maria, Ronaldo tenta ancora di trovare il jolly su punizione, ma nella parte finale del match è la compagine inglese a sfiorare il colpaccio. Van Persie supera Lopes in uscita ma salva tutto Xabi Alonso. Finisce 1 a 1 il primo round di Champions, se ne riparlerà il 5 marzo ad Old Trafford.
Pari scoppiettante nell’altro match della serata, funestato dalla tragedia del pomeriggio (aereo caduto a Donetsk e ben 5 morti oltre a numerosi feriti, ndr). Alla Donbass Arena lo Shakhtar di Lucescu va in vantaggio due volte, con la strepitosa punizione di capitan Srna e l’acuto di Douglas ma viene ripresa da Lewandowski e da Hummels che, in zona Cesarini, regala un prezioso 2 a 2 all’undici di Klopp. Si deciderà tutto il 5 marzo al Westfalenstadion, nella bolgia di Dortmund.

Speak Your Mind

*