Pari e patta tra Napoli e Roma. Mertens al 90′ salva gli azzurri dal ko

Serie A: Napoli in extremis, Mertens risponde a El Shaarawy

E’ Mertens a salvare il Napoli dal ko. Al 90′ il pari degli azzurri, in risposta al vantaggio giallorosso firmato da El Shaarawy

La Roma, che già pregustava il terzo successo, in tre anni, sul campo del Napoli, si è ritrovata alla fine in tasca un punticino che serve a poco per la classifica. A stoppare la festa giallorossa è stato Mertens, autore del pari al 90′, dopo una ripresa giocata all’assalto del fortino capitolino. Azzurri a quota 22, a -6 dalla Juventus, vittoriosa a Empoli, 15 punti invece per i ragazzi di Di Francesco.

Il Napoli attacca, El Shaarawy segna

Dopo 7 minuti di attesa (problemi al Var, che hanno spinto Massa a iniziare il match senza l’ausilio tecnologico, ndr) è iniziato Napoli-Roma, al San Paolo, con gli azzurri subito in avanti. Slalom speciale di Fabian Ruiz, in area giallorossa,e conclusione finale di Insigne, con salvataggio miracoloso di Manolas. Poi ci prova Milik, di testa, ma la sfera finisce in tribuna.

Prima occasione creata e subito rete, invece, per la Roma. I giallorossi approfittano alla grande di una dormita generale della difesa partenopea, per piazzare la zampata vincente con il “Faraone” El Shaarawy. Palla che sbatte sul palo e poi in fondo al sacco, con Ospina che tenta disperatamente, ma vanamente, di evitare la rete del vantaggio capitolino.

Il Napoli, però, non subisce il contraccolpo psicologico e continua ad attaccare, come se fosse sullo 0 a 0. Milik e Hamsik trovano un muro in Olsen, abile nella respinta, poi un siluro di Callejon finisce a lato di un soffio. L’azione del Napoli, in zona offensiva, non conosce soste, ma in difesa rischia ancora il tracollo: Dzeko, infatti, supera Ospina, poi si gira per battere a rete, ma Albiol è determinante con un provvidenziale salvataggio a pochissimi centimetri dalla linea di porta. Al riposo, quindi, Roma avanti.

Mertens regala il pari al 90′, Roma beffata in zona Cesarini

La ripresa è iniziata con lo stesso leitmotiv del primo tempo. Napoli all’attacco e Roma pronta a ripartire con veloci e micidiali contropiede a caccia del gol del ko. Callejon scalda subito i guantoni di Olsen, ancora attento ed efficace, non altrettanto Insigne (in serata storta), il quale dapprima calcia alto da buona posizione, poi non impatta la palla a pochi passi dal portiere giallorosso.

E’ un assalto all’arma bianca quello del Napoli, ma la Roma sembra reggere, anche abbastanza ordinatamente. Anche con l’aiuto del palo, quello sul quale sbatte la sfera dopo il tap-in da distanza ravvicinata (e da posizione decentrata) di Callejon, sporcato da Olsen. Al 36′ il neoentrato Mertens va anche in rete, ma l’arbitro Massa annulla per la chiara posizione di offside del folletto belga, trovato in area da un assist strepitoso di Allan.

Sembra una serata stregata, e sfortunata, per il Napoli ma all’ultimo assalto (a pochi istanti dal 90′) arriva la zampata ravvicinata di Mertens,  il più lesto di tutti ad avventarsi su una conclusione ciccata da Callejon che diventa assist per il nazionale belga. Nell’azione più fortunosa il Napoli trova il prezioso pari ed evita il primo ko della stagione al San Paolo. Il fortino giallorosso crolla proprio a pochi secondi dalla terza vittoria in tre anni in terra partenopea.

 

Speak Your Mind

*