Napoli, esordio da favola. Piegato il Liverpool 2 a 0

Debutto fantastico, in Champions, per il Napoli, che con il punteggio di 2 a 0, supera il Liverpool Campione in carica e incassa 3 punti fondamentali in ottica qualificazione. Callejon dal dischetto (rigore dubbio) sblocca la sfida per gli azzurri di Ancelotti che, nel finale, raddoppiano con lo spagnolo Llorente.

Primo tempo equilibrato, dominano le difese

Come lo scorso anno, anche in questa edizione il San Paolo risulta indigesto al Liverpool, battuto dal Napoli con merito. Ma ci è voluto un rigore molto generoso (nella ripresa) per sbloccare la sfida a favore dei partenopei che, nel primo tempo, hanno sbattuto sul muro eretto da Van Dijk, colosso difensivo dei Reds, chiudendo sullo 0 a 0.

La chance più ghiotta è arivata grazie a Fabian Ruiz, due volte al tiro, e tutte e due le volte stoppato da un Adrian pronto e reattivo. Lozano, schierato da Ancelotti in attacco insieme a Mertens, insacca di testa ma in posizione di offside.

Anche dall’altra parte sono pochi i pericoli corsi dalla squadra campana, con Mane, Salah e Firmino fermati ottimamente dal duo Manolas-Koulibaly e da una difesa perfetta, completata dal talentuoso Di Lorenzo (ottimo il debutto in Champions) e un Mario Rui senza sbavature. Gli unici brividi arrivano nel finale di frazione, per merito di Manè, il cui mancino sfiora il bersaglio grosso, e Firmino, che di testa non inquadra lo specchio di un soffio.

La sblocca Mertens, Llorente chiude i giochi. Parate decisive di Meret e Adrian

Nella ripresa il Napoli alza il pressing e il Liverpool va in difficoltà. Al 49′ grande chance per passare: cross teso sul secondo palo di Mario Rui, Mertens in spaccata aggancia la sfera e conclude, Adrian con un intervento prodigioso evita il vantaggio azzurro. La risposta degli inglesi è affidata a Salah, complice lo svarione difensivo di Manolas. Diagonale dell’egiziano, super parata (con la punta delle dita) di Meret, anche lui all’esordio in Champions.

All’80’, però, il Napoli passa. Callejon penetra in area ed entra in contatto con Robertson. Brych indica il dischetto e conferma la discutibile (si è visto chiaramente, dal replay, che lo spagnolo cerca lo scontro, lasciandosi cadere pochi istanti prima della collisione) decisione anche dopo il silent-check con il Var. Dagli undici metri Mertens non sbaglia, nonostante il tocco di Adrian, rammaricato per aver intuito ma non respinto l’esecuzione del belga.

Il Liverpool accusa il colpo e, nel recupero, cade ancora, e definitivamente. Van Dijk, per anticipare il pressing di Mertens, sbaglia il retropassaggio. Llorente, lestissimo, ne approfitta per inserirsi e battere Adrian con il destro. Prima gioia per lo spagnolo, all’esordio con la sua nuova squadra. Per il Napoli non poteva esserci modo migliore per iniziare la nuova avventura europea.

Please follow and like us:
error

Speak Your Mind

*