Napoli corsaro a Bergamo, stasera tocca alla Juve. Lazio scatenata, pari tra Inter e Roma

Milinkovic-Savic decisivo nel 5 a 1 della Lazio

Milinkovic Savic colpisce la sfera in lazio-Chievo

Vittoria pesante del Napoli che, nella 21^ giornata di Serie A, espugna il campo dell’Atalanta con la firma di Mertens, tornato al goal dopo 9 giornate di digiuno, e si porta a +4 sulla Juventus, attesa questa sera dal match dello Stadium con il Genoa. Scatenata la Lazio, finisce pari la sfida tra Inter e Roma.
E’ il Napoli, dunque, a spuntarla, al termine della battaglia di Bergamo: dopo 270 minuti torna a gonfiare la rete Mertens e a realizzare quel goal che vale una vittoria fondamentale, in ottica scudetto. Decisivo non solo lui, in gol al 20′ della ripresa con un colpo di controbalzo sul lancio di Callejon (sospetta posizione di partenza del fuoriclasse belga), ma anche il numero azzurro Reina, protagonista di una parata super su Cristante, che già pregustava il punto dell’1 a 1.
Ma nella domenica di Serie A, tornata protagonista dopo la pausa invernale, non c’è stato solo il blitz del Napoli. All’Olimpico, infatti, la scatenata Lazio di Inaghi, pur perdendo per strada Immobile, fuori per un problema muscolare, travolge 5 a 1 il Chievo e si porta al terzo posto in compagnia dell’Inter a 43 punti (ma con la gara con l’Udinese da recuperare questo mercoledì). Grande protagonista, ancora una volta, il centrocampista serbo MilinkovicSavic, autore di una doppietta, a segno anche Luis Alberto (autore del prezioso 1 a 0), Bastos con un pregevole tiro a giro, e Nani, al suo secondo gol con la maglia biancoceleste.
Un tris di Quagliarella, invece, regala i tre punti alla Sampdoria, contro la Fiorentina. L’undici di Pioli nulla può contro lo show dello scatenato bomber campano (servito dagli assist di Ramirez) che vola a quota 15 gol, suo nuovo record in un singolo campionato di Serie A. Di Sanchez il gol della bandiera gigliata.
Tre anche i gol con i quali il Crotone fa suo il match salvezza con il Verona, mentre il Benevento ne incassa altrettanti a Bologna. La squadra di Walter Zenga passa con un perentorio 3 a 0 al Bentegodi contro l’Hellas: decisive le sigle di Barberis (al suo primo centro in Serie A, ndr), Stoian e Ricci, quest’ultimo protagonista di un gran gol dal limite dell’area di rigore. Quella di Pecchia invece cade, dopo due vittorie consecutive, contro i felsinei di Mattia Destro, i quali riassaporano il dolce sapore del successo dopo più di un mese di assenza.
Seconda vittoria consecutiva per il Milan di Gattuso che risale in classifica, attestandosi al 7° posto con 31 punti. Il Diavolo passa alla Sardegna Arena contro il Cagliari con il risultato di 2 a 1. Partono male i rossoneri, che incassano il gol isolano, realizzato da Barella, ma poi arriva la reazione, con protagonista principale l’ivoriano Kessie, autore della decisiva doppietta.
In serata, infine, la Roma vede svanire nel finale la vittoria (rivincita) contro l’Inter dell’ex giallorosso, Luciano Spalletti. Avanti grazie alla firma di El Shaarawy, i capitolini subiscono la reazione dei nerazzurri che, nella ripresa, sfiorano più volte il goal del pari (vengono stoppati solo dalle super parate di Alisson) prima di trovarlo con Vecino.

Speak Your Mind

*