Montella parte bene. La Roma torna a vincere con De Rossi, Pizarro rientro super

Buona la prima per Vincenzo Montella alla guida della Roma. Nel recupero della 23° giornata, al Dall’Ara di Bologna, la squadra giallorossa, guidata in panchina dal 36enne ex bomber giallorosso, cancella gli incubi delle ultime settimane e torna a vincere, grazie al goal di De Rossi, siglato su assist di Vucinic nel recupero della prima frazione di gioco. Tre punti all’esordio, un ottimo inizio per l’aeroplanino.
Si ricomincia dal calcio d’angolo assegnato al Bologna, al 16′ del primo tempo di qualche settimana fa, quando poi il match fu sospeso per neve. Ma in campo non c’è più la Roma di Ranieri, bensì quella di Montella, il nuovo condottiero chiamato dalla Sensi per far ripartire la squadra dopo gli ultimi brutti ko. E già si vedono i primi cambiamenti tattici, con il 4-2-3-1 di memoria spallettiana, nel quale Borriello funge da terminale offensivo (Totti in panchina insieme a Menez), con Taddei, Vucinic e Simplicio alle spalle, ma soprattutto si rivede il centrocampista cileno Pizarro che risulterà, di fatto, il migliore in campo.
Dopo una conclusione di Simplicio, ribattuta da Viviano, la Roma attacca e trova il vantaggio, allo scadere del recupero del primo tempo. La firma è di De Rossi, ma è una rete che farà discutere: quattro minuti prima di infilare Viviano, il centrocampista giallorosso aveva toccato il pallone con la mano a centrocampo. Banti lo grazia (sarebbe stato doppio giallo e quindi espulsione), provocando la reazione furiosa di Di Vaio e compagni.
E così, a pochi secondi dal fischio dell’arbitro livornese De Rossi, ricevuta palla in area da Vucinic, la controlla e la deposita in rete (con deviazione di un difensore rossoblu). Decisivo l’errore in difesa di Casarini che avvia l’azione giallorossa.
Nella ripresa, la Roma amministra e non corre grossi pericoli contro un Bologna decimato in difesa (mancavano Britos, Moras e Portanova, oltre a Gimenez a centrocampo). Anzi, in contropiede la squadra giallorossa spreca più volte la palla del raddoppio, dapprima con Brighi, servito alla grande in area da Menez (bravo Viviano nella pronta uscita) e poi da Totti che stoppa bene al limite ma poi si allunga la palla e si fa recuperare.
Dopo cinque minuti di recupero, la Roma può finalmente sorridere e tornare ad abbracciarsi. Tre punti per rinascere a nuova vita, una vita che riparte, positivamente, con Vincenzo Montella in panchina.

Speak Your Mind

*