Milan brutto ma vincente contro il Chievo. Lampo di Muntari, Diavolo di nuovo in testa

Lampo di Muntari, Milan vittorioso a VeronaCarattere, esperienza e un  pizzico di fortuna. Con queste doti, fondamentali in occasione di prove tecniche non esaltanti, come quella di ieri al Bentegodi, il Milan batte il Chievo (1 a 0 a firma di Muntari) e torna ad occupare la vetta, nel campionato di Serie A, in attesa di Juventus-Lazio che andrà in scena questa sera insieme al resto del programma.
Il massimo risultato con il minimo sforzo, si potrebbe dire. Le tante assenze (Milan costretto a ricorrere alla primavera, ottima la prova del terzino classe ’92 De Sciglio) non fermano il team di Allegri che, pur soffrendo la vivacità di un bellissimo Chievo, frenato da Abbiati e un pizzico si sfortuna, conquista i tre punti grazie al mancino violento e preciso di Muntari, che batte Sorrentino nella prima frazione di gioco. Positivo il rientro di Gattuso, da titolare, dopo i guai visivi avuti. Non accadeva addirittura dalla prima giornata di campionato.
La sfida viene decisa dopo soli otto minuti. Muntari sfodera un gran sinistro, dai venti metri, Sorrentino non può arrivarci. Il Chievo colpito a freddo (serata funestata dal clima quasi invernale e da una pioggia fitta) non ci sta: Thereau impegna Abbiati, poi Rigoni, pochi minuti dopo, colpisce a botta sicura, dopo una bella triangolazione, ma non inquadra lo specchio anche se di un soffio.
Nella ripresa il leitmotiv della gara non cambia. Chievo a far gioco e Milan che riparte in contropiede ma con poca lucidità e precisione. L’occasione più importante capita ancora ai ragazzi di Di Carlo: stoccata di Pellissier, nel cuore dell’area, Abbiati è strepitoso nella respinta. Il Chievo tenta l’assalto finale ma il portierone rossonero non rischia più, tranne che nei secondi finali quando viene annullato, giustamente fuorigioco netto), un gol ad Acerbi. Milan vincente e di nuovo primo della classe, la palla ora passa alla Juve di Conte.

Speak Your Mind

*