Mascara punisce la Lazio, colpi esterni per Napoli e Inter. Roma ko in casa contro la Fiorentina

I giocatori del Novara esultano per la vittoria sulla LazioLa lotta per la terza piazza, che consentirebbe di disputare la prossima Champions, s’infiamma sempre di più. Il primo merito va attribuito ad un Novara brillante e orgoglioso che, al Piola, a dispetto della classifica e dei pronostici, piega la Lazio per 2 a 1 (rete decisiva di Mascara) nell’anticipo di Serie A delle 12 e 30 e impone un pesante stop alla truppa di Reja.
Il secondo va invece elargito a Napoli e Inter che predano il bottino in esterna, rispettivamente sui campi di Lecce e Udinese, e si portano a ridosso della squadra capitolina (Lazio 55, Napoli 54, Inter 52, Udinese 52), ravvivando sempre di più la questione europea. Male, infine,la Roma di Luis Enrique che non approfitta del ko dei “cugini” e incassa un altro ko, questa volta in casa contro la Fiorentina, la quale invece conquista una vittoria fondamentale in ottica salvezza. Giallorossi bloccati a quota 50 e, attualmente, fuori anche dall’Europa League.
Passando al calcio giocato, come detto in precedenza un gol di Mascara, un gioiello del siciliano su calcio piazzato, regala al Novara una vittoria di prestigio contro la terza forza del campionato di Serie A che, dopo essere passata in svantaggio a causa dell’autogol di Diakite, era riuscita a trovare quasi subito il pari con Candreva.
Cade la Lazio, vincono invece Napoli e Inter. Il 100/o gol in Italia di Cavani fissa il punteggio sul 2 a 0 per i partenopei in quel di Lecce, dopo l’1 a 0 realizzato da Hamsik (ottava rete stagionale), mentre un redivivo Sneijder sigla una doppietta e incanala il successo dalle parti della pinetina dopo che Danilo aveva firmato il vantaggio iniziale dell’Udinese. Di Ricky Alvarez il 3 a 1 finale dei ragazzi di Stramaccioni al Friuli.
Chiusura per l’ennesima deludente prova della Roma di Luis Enrique. I giallorossi partono con l’handicap del gol di Jovetic, arrivato dopo solamente due minuti di gara, reagiscono nella ripresa con Totti, ma cadono in pieno recupero. Decisivo, ai fini del successo viola, Lazzari. La Fiorentina si rialza e con 41 punti si allontana dalle zone calde della graduatoria, in Serie A, Roma sempre più fuori dai giochi europei.

Speak Your Mind

*