Lazio in campo alle 21 contro il Dortmund. Prima in Champions dopo 13 anni

13 anni fa l’ultima avventura in Champions per la Lazio che, questa sera, tornerà a sentire la “musichetta” della Coppa più ambita. I biancocelesti di Inzaghi, che ritrovano Immobile, esordiscono all’Olimpico contro il temibile Borussia Dortmund dei baby gioielli offensivi, Haaland e Sancho. Appuntamento alle 21, per un match tutto da seguire e che sarà diretto dal francese Turpin.

I precedenti tra Lazio e Dortmund

Lazio e Borussia Dortmund si sfidano, questa sera, per la terza volta nella propria storia. L’unico precedente, in Coppa Uefa, è datato 1995: nei quarti di finale prevalsero i tedeschi, sconfitti 1-0 all’Olimpico all’andata, ma capaci di imporsi per 2-0 al ritorno.

Positivo, comunque, il bilancio della Lazio con le altre tedesche: su sette gare giocate, cinque vittorie, un pareggio e una sconfitta.

Torna Immobile in attacco. Esordio stagionale per Luiz Felipe

Nella rifinitura Simone Inzaghi ha provato una Lazio formato 3-4-1-2. In attacco, a cercare di far male alla difesa tedesca del Dortmund, ci sarà la coppia composta da Immobile e Correa. La “Scarpa d’Oro” della passata stagione torna dunque protagonista nella squadra biancoceleste, proprio contro una delle sue ex squadre (“Al Dortmund è stato sfortunato, non era il momento giusto“, il commento di Riedle, altro grande ex del match, ora commentatore dei tedeschi) dopo l’assenza per squalifica a Genova in campionato.

Confermato il centrocampo Milinkovic-Leiva-Luis Alberto, mentre in difesa Inzaghi ritrova Luiz Felipe, al centro, nella prima stagionale per lui. Insieme a lui ci saranno Patric e Acerbi, per completare la difesa a protezione di Strakosha. Sulle corsie spazio a Marusic e Fares. Convocato anche Cataldi, reduce da un attacco influenzale (ma negativo al tampone anti-covid).

Infermeria affollata, in dubbio Piszczek

Dopo l’ottima partenza in Bundesliga, con quattro partite e tre vittorie il Borussia di Favre vuole iniziare alla grande anche in Champions League. Il mister dei gialloneri, però, ha diversi problemi, e un’infermeria abbastanza affollata in vista del match dell’Olimpico.

Mancheranno, infatti, Akanji, Can, Schmelzer, Zagadou e Schulz con il dubbio Piszczek che però potrebbe essere recuperato. In difesa oltre al polacco ci saranno Hummels e Delaney con Burki a difesa della porta tedesca.

In una mediana folta, probabile spazio a Meunier, Bellingham, Witsel, Guerreiro e Reus mentre in avanti osservati speciali i ragazzini terribili Haaland e Sancho, ormai splendide realtà non solo del Dortmund ma anche di tutto il calcio europeo.

Speak Your Mind

*