La Roma fa suo il derby, Il Napoli batte il Milan e si tiene la vetta

Roma padrona del derby, Lazio koRoma padrona del derby. I giallorossi di Di Francesco superano la Lazio 2 a 1 allo Stadio Olimpico e continuano la corsa verso la vetta della Serie A, risultato fondamentale anche quello del Napoli che, con con lo stesso punteggio, doma il Milan di Montella al San Paolo e blinda il primo posto con 35 punti. Domenica in campo le altre, con la Juventus di scena a Genova contro la Samp e l’Inter in casa con l’Atalanta nel posticipo.
Si decide nella ripresa il derby della Capitale, con felicità dell’ex capitano, Francesco Totti, alla sua prima stracittadina da dirigente. Sono giallorosse le accelerazioni decisive che mandano al tappeto la Lazio di Inzaghi e lanciano la Roma a pochi passi dalla vetta. Dopo 3 minuti dall’inizio del secondo tempo Kolarov viene steso in area da Bastos, è calcio di rigore trasformato con freddezza da Perotti. Poi ci pensa Nainggolan con una rasoiata dal limite a rendere più cospicuo il risultato con il 2 a 0.
La rabbia della Lazio è tanta, ma sono poche le occasioni dalle parti di Alisson. A rianimare i biancocelesti ci pensa invece un giallorosso, Manolas, che interviene maldestramente sul cross di Nani, causando un clamoroso penalty, trasformato da Immobile, al suo 19° centro stagionale.
La Roma si copre, la Lazio invece prova il forcing. Ma, al di là della conclusione di Parolo, da fuori, che non inquadra lo specchio, i ragazzi di Inzaghi non costruiscono occasioni importanti per rimettere il risultato in parità. Il derby torna, quindi, a dire Roma dopo le sconfitte della passata stagione.
In serata, invece, con una rete per tempo, il Napoli manda ko il Milan di Montella e si conferma in vetta con 35 punti. Napoli bello e cinico, trascinato da un Insigne in stato di grazia, soprattutto contro i colori rossoneri. E’ lui a regalare l’1 a 0 al 34′ con una conclusione beffarda per Donnarumma (gol prima annullato per offside poi convalidato dal Var).
L’avvio della ripresa è la fotocopia di come si è chiuso il primo tempo con Donnarumma a fare i miracoli (prima su Hamsik, poi su Mertens). Il neoentrato Zielinski, però, non lascia scampo al Diavolo, realizzando il punto del 2 a 0. Il secondo gol è una mazzata per la voglia di rimonta rossonera anche se, nel recupero, c’è la prodezza balistica di Romagnoli che, da 30 metri, sorprende Reina rendendo, però, solo meno amara la sconfitta.

Speak Your Mind

*