La Lazio torna a fare spettacolo. Travolto il Borussia 3 a 1

La Lazio di Simone Inzaghi cancella la brutta copia di Genova, reagisce e, con una prova spettacolare, manda al tappeto il Borussia Dortmund nella 1^ giornata della Champions League. 3 a 1 il finale per i biancocelesti (reti di Immobile, autogol di Hitz e tris di Akpa Akpro), che festeggiano nel migliore dei modi il ritorno nella competizione dopo 13 anni.

La sblocca Immobile, poi il raddoppio

Immobile si riprende la Lazio e mette subito in chiaro le cose, regalando il gol del vantaggio, in un primo tempo di decisa marca biancoceleste.

Al 6’, infatti, il grande ex del match sblocca il risultato. Leiva aggancia un pallone sulla fascia mancina e smista per Correa, che innesca Immobile: controllo di destro e stoccata vincente di sinistro. Lazio avanti 1 a 0.

I tedeschi del Dortmund, colpiti a freddo, provano a reagire. L’occasione arriva con Piszczek, di testa, ma Strakosha alza sulla traversa. E’ solo un lampo nell’oscurità generale, perchè la Lazio torna subito avanti.

Ancora Immobile, al 15′, impegna Hitz che respinge la rasoiata del bomber campano con un grande intervento. Poi, invece, è Hummels a salvare sempre su Immobile, pronto come un falco a colpire.

Al 23’, la Lazio raddoppia. Sugli sviluppi di corner, calciato da Luis Alberto, incornata di Luiz Felipe che va nel sacco con la deviazione decisiva del portiere del Borussia. Palla che sbatte sulla testa del numero uno tedesco per poi finire la propria corsa in rete.

Nel finale ancora Lazio pericolosa. La formazione di Inzaghi punta sulle ripartenze ma sbatte su Hummels e su Hitz che anticipa Immobile in uscita poco prima dell’intervallo.

Haaland suona la carica, Akpa Akpro chiude i giochi

Si riparte con un Borussia più determinato. Al 5′ occasione per Haaland, ma la bordata del norvegese viene respinta da Strakosha. Poi un minuto dopo tegola in casa Lazio, con Luiz Felipe costretto a uscire, al suo posto Hoedt.

L’azione dei tedeschi è ficcante. Esce Piszczek ed entra Brandt, con la difesa tedesca che torna a 4. E al 26′ arriva il gol che riapre il match. Botta di sinistro sotto la traversa di Haaland, ispirato da Reyna. I tedeschi tornano sotto.

La Lazio rischia ma grazie ad un’azione nata da una grande intuizione di Luis Alberto, chiude i giochi, siglando il 3 a 1. Sventagliata pazzesca del centrocampista per Immobile che fa da sponda ad Akpa Akpro per il gol che chiude la contesa.

Debutto con gol in Champions, con la Lazio, per l’ex Tolosa. E festa per i biancocelesti, che partono alla grande, Borussia invece rimandato…alla prossima.

I risultati del Martedì di Champions delle 21

Zenit – Club Brugge 1-2 (63′ Dennis, 74′ Horvath aut., 90′ de Ketelaere)
Dinamo Kiev – Juventus 0-2 (46′ Morata, 85′ Morata)
Lipsia – Istanbul Besaksehir 2-0 (16′ Angelino, 20′ Angelino)
Rennes – Krasnodar 1-1 (56′ Guirassy rig., 59′ Ramirez)
Lazio – Borussia Dortund 3-1 (6′ Immobile, 23′ Hitz aut., 71′ Haaland, 76′ Akpro)
Chelsea – Siviglia 0-0
PSG – Manchester United 1-2 (23′ Bruno Fernandes rig., 53′ Martial aut., 87′ Rashford)
Barcellona – Ferencvaros 5-1 (27′ Messi, 42′ Ansu Fati, 52′ Coutinho, 70′ Kharatin rig., 82′ Pedri, 89′ Dembélé)

Speak Your Mind

*