La Juventus mette la terza, crollo Napoli a Genova

Serie A: Juventus prima in solitaria, Parma ko

Matuidi regala la vetta a punteggio pieno alla Juventus, corsara a Parma

Continua il dominio in Serie A della Juventus, unica a punteggio pieno dopo 3 giornate grazie al blitz del Tardini contro il Parma, battuto per 2 a 1 con rete decisiva di Matuidi. Il Napoli, invece, crolla a Genova contro la scatenata Samp di Giampaolo. Colpaccio del Cagliari a Bergamo contro l’Atalanta, la Spal cade a Torino.

Matuidi per l’en plein della Juventus, il Napoli esce con le ossa rotte da Genova

Vittoria, la terza in tre gare, e primato in solitaria prima della sosta. Prosegue il monologo della Juventus di Allegri che, anche a Parma, non commette passi falsi e con la coppia MandzukicMatuidi (ancora a secco Ronaldo, ndr) manda al tappeto un Parma volenteroso, in rete (per il momentaneo 1 a 1 del primo tempo) con l’ex giallorosso Gervinho.

Partenza forte della Juve, che al 3′ passa in vantaggio. Sul cross di Cuadrado, Mandzukic va di testa, rimpallo con Iacoponi e nuova deviazione (questa volta vincente) del gigante croato, che trafigge un incerto Sepe. La reazione del Parma è rabbiosa.

Dapprima ci vuole un salvataggio di Cuadrado, sulla percussione di Gervinho, per evitare il gol gialloblù, poi è la traversa (colpita da Stulac) a salvare la Juventus. Ma, poco dopo la mezzora, il Parma pareggia: cross di Gobbi e deviazione di Gervinho, per l’1 a 1 della squadra parmigiana.

Il secondo tempo si apre con un paio di azioni di Ronaldo poi, dopo l’ingresso importante di Douglas Costa, che ha dato ulteriore vivacità alla squadra bianconera, ecco l’azione che porta al gol vittoria. Al 13’ Matuidi fa 2-1 con un gran sinistro sotto la traversa, alla fine di una azione condotta da Alex Sandro.

Finale con il Parma in forcing. Un tiro-cross di Inglese, con Szczesny incerto, infiamma il Tardini, ma alla fine è festa per i bianconeri. Che si godono, in vista della sosta, il primato in solitaria.

Amara, invece, la trasferta ligure del Napoli di Ancelotti che, dopo le prime due vittorie, ottenute ambedue in rimonta (ai danni di Lazio e Milan), questa volta non riesce nell’impresa e cade per 3 a 0 contro la scatenata Sampdoria di Giampaolo.

Grande protagonista l’ex Roma, Defrel, autore di una doppietta fantastica (bello soprattutto il punto dell’1 a 0 realizzato con un missile sotto l’incrocio dei pali). Il Napoli prova a reagire, ma è ancora la Sampdoria ad andare in gol e a chiudere definitivamente il match con la prodezza (di tacco) di Quagliarella, napoletano doc.

Per quanto riguarda gli altri risultati, spettacolo pirotecnico in emilia con il Sassuolo che batte il Genoa 5 a 3 (da segnalare la doppietta di Babacar, arrivato dalla Fiorentina in estate, e quella di Piatek, acquisto del Grifone da tenere d’occhio).

Colpaccio del Cagliari a Bergamo, firmato Barella, vincono anche il Toro (1 a 0 alla Spal) e la Fiorentina (sempre di misura, con la rete di Benassi) a spese dell’Udinese. Pari a reti bianche, invece, tra Chievo ed Empoli.

 

 

Speak Your Mind

*