Juventus in campo per l’impresa. Serve un super match contro l’Atletico

E’ la notte della verità per la Juventus, chiamata a ribaltare il ko per 2 a 0 incassato a Madrid, per non lasciare anzitempo la Champions, a favore dell’Atletico di Simeone. Ronaldo e compagni sono pronti alla battaglia, che sarà diretta dall’olandese Kuipers.

Allegri prepara un 4-3-3 d’assalto. Spinazzola pronto al debutto

Serve la gara perfetta. Serve la Juventus migliore, per poter domare un Atletico in grande vantaggio, grazie al 2 a 0 del Wanda Metropolitano. Serve, infine, un Cristiano Ronaldo super, pronto a guidare l’attacco bianconero nel 4-3-3 predisposto da Max Allegri. Insieme al portoghese spazio, probabilmente, a Bernardeschi (che ha vinto il ballottaggio con Dybala) e al gigante croato, Mandzukic.

A centrocampo torna Pjanic in cabina di regia, con Matuidi ed Emre Can (favorito su Bentancur) nel ruolo di mezzali. In difesa, infine, a protezione di Szczesny, torna la coppia collaudata Bonucci-Chiellini (Barzagli è out per infortunio), con Cancelo e Spinazzola (al debutto in Champions) sulle corsie laterali. Out Alex Sandro, squalificato, per infortunio invece fuori anche Douglas Costa.

Simeone non avrà a disposizione Filipe Luis e Lucas Hernandez, entrambi infortunati, mentre Diego Costa e Thomas non ci saranno per squalifica. Nonostante queste assenze importanti, non cambia la mentalità di un Atletico che si prepara ad affrontare la sfida senza paura, con un 4-4-2 offensivo.

A centrocampo Vitolo e Lemar agiranno sugli esterni, mentre Koke e Rodrigo saranno in zona centrale. Chiudiamo con la difesa dove, al posto di Filipe Luis ci sarà Saul, sull’altro lato spazio a Juanfran, mentre Godin, che ha recuperato, occuperà regolarmente il suo posto al centro della difesa, insieme a Gimenez.

Le formazioni del match:

Juve (4-3-3): Szczesny; Cancelo, Bonucci, Chiellini, Spinazzola; Can, Pjanic, Matuidi; Bernardeschi, Mandzukic; Ronaldo.

Atletico (4-4-1-1): Oblak; Juanfran, Gimenez, Godin, Saul; Vitolo, Rodrigo, Koke, Lemar; Griezmann; Morata.

Speak Your Mind

*