Juventus campione, sono sette di fila. Lazio-Inter promette scintille

Juventus campione, bianconeri nella leggenda

E’ arrivato il 7° scudetto consecutivo per la Juventus, sul prato dell’Olimpico con il pari contro la Roma

La Juventus è entrata nel mito. Il settimo tricolore consecutivo, conquistato matematicamente grazie al pareggio a reti bianche dell’Olimpico con la Roma, diventa un’impresa mai risucita a nessuna squadra in 120 anni di storia del calcio in Italia. Quarto scudetto di fila per Max Allegri, Buffon vola a quota 9 (primatista assoluto).

Settebello Juve, il Napoli si arrende dopo un grande testa a testa

E’ stato un duello fantastico quello tra Juventus e Napoli, un testa a testa ricco di emozioni e di colpi di scena, con i bianconeri che hanno però gioito ancora una volta, tagliando il traguardo per primi nel campionato italiano.

Gli azzurri di Sarri, protagonisti di una Serie A super, con record di punti (88 grazie alla vittoria di Genova, e a 90 minuti dalla fine del torneo) sembravano riaprire i giochi grazie la vittoria di Torino, firmata Koulibaly, ma il successo della squadra torinese nel Derby d’Italia e il crollo del Napoli a Firenze hanno, sostanzialmente, sancito l’ennesimo trionfo della compagine bianconera.

Un successo incredibile quello ottenuto dal tecnico livornese, Max Allegri, al suo quinto scudetto (uno con il Milan e i 4 di fila con i bianconeri, eguagliati Lippi e Capello), e a due di distanza dal mitico Trap, primo nella classifica dei mister italiani più vincenti, con 7 titoli. Festa grande anche per Gigi Buffon che si porta a 9 titoli con la stessa maglia, superando Ferrari, Rosetta e Furino, a braccetto con 8 titoli.

La Lazio non chiude i giochi Champions, sarà supersfida con l’Inter

Passando al discorso Champions, invece, è tutto ancora aperto per uno dei posti, con la Roma già qualificata matematicamente (e ad un solo punto dal terzo posto aritmetico). Infatti, il pareggio per 2 a 2 di Crotone, non consente ai biancocelesti di Inzaghi di poter far festa, dopo il clamoroso ko dell’Inter, sconfitta a San Siro dal Sassuolo.

Servirà uscire indenni (2 risultati su tre per la compagine laziale) nell’ultimo match di campionato che, però, sarà proprio contro i nerazzurri all’Olimpico. Il 2 a 2 dello Scida, che lascia ancora speranze (poche) di salvezza ai ragazzi di Zenga, regala invece un’ultima grande chance all’undici di Spalletti, obbligato però a battere la Lazio per poter brindare all’ingresso in Champions, proprio a spese dei capitolini.

Pari tra Atalanta e Milan, rossoneri in Europa League. Crollo Fiorentina contro il Cagliari

Il Milan di Gattuso manca la vittoria a Bergamo ma è comunque festa, per la qualificazione in Europa League. I rossoneri, con 61 punti in classifica, +4 sulla Fiorentina crollata al Franchi contro il Cagliari (tre punti fondamentali per i sardi in ottica salvezza), brindano alla qualificazione europea, anche se il sesto posto (che vale direttamente i gironi, senza dover passare per i preliminari) è ancora tutto aperto.

Il botta e risposta tra Kessie, autore dell’1 a 0 rossonero, e Masiello, protagonista invece, con la compartecipazione di Donnarumma, nell’1 a 1 finale dell’Atalanta al 92′, mantiene infatti il distacco di un punto tra i nerazzurri di Gasperini e i rossoneri di Gattuso. Nell’ultimo turno il Milan ospita la Fiorentina (speranze di europa ormai ridotte al lumicino), mentre l’Atalanta fa visita al Cagliari, impelagato nella lotta per non retrocedere.

Salvezza in ballo, ma Crotone in serio pericolo

Resta da stabilire, infine, chi andrà in B con Hellas Verona e Benevento, già retrocesse matematicamente. Dopo questa pernultima giornata è il Crotone la più pericolante. La vittoria sfumata nel finale, contro la Lazio, e il 2 a 2 finale, non regala particolare ottimismo ai calabresi, terzultimi in classifica con la Spal (35 punti e attesa dalla sfida interna con la Samp) ma in svantaggio negli scontri diretti. E domenica la sfida al San Paolo contro il Napoli da vincere obbligatoriamente.

Poi troviamo, in virtù del successo ottenuto a Firenze, il Cagliari a 36 punti, mentre Chievo e Udinese, anch’esse vittoriose contro Bologna ed Hellas, sono a 37. Ad eccezione del Crotone, che dovrà dipendere anche dai risultati delle avversarie, a tutte le altre basterà vincere per essere salve.

IL PROGRAMMA DELL’ULTIMA GIORNATA DELLA SERIE A

Sabato      19 maggio ore 15.00    Juventus-Verona
Sabato      19 maggio ore 20.45   Genoa-Torino
Domenica 20 maggio ore 18.00    Cagliari-Atalanta
Domenica 20 maggio ore 18.00    Chievo-Benevento
Domenica 20 maggio ore 18.00    Milan-Fiorentina
Domenica 20 maggio ore 18.00    Napoli-Crotone
Domenica 20 maggio ore 18.00    Spal-Sampdoria
Domenica 20 maggio ore 18.00    Udinese-Bologna
Domenica 20 maggio ore 20.45    Lazio-Inter
Domenica 20 maggio ore 20.45    Sassuolo-Roma

Speak Your Mind

*