Juventus Campione d’Italia. E’ la nona sinfonia consecutiva

Grazie al 2 a 0 serale con la Sampdoria, la Juventus di Maurizio Sarri chiude il discorso e si laurea Campione d’Italia, conquistando il campionato del post-covid. La lotta con Inter, Lazio ed Atalanta vede la Signora vincitrice. E’ il nono trionfo di fila per la compagine bianconera, il primo per il tecnico toscano. Decisive, per la vittoria finale, le reti di Ronaldo (che poi fallisce un penalty) e di Bernardeschi.

La sblocca Ronaldo. A fine primo tempo schema vincente su piazzato

Missione compiuta. Il più faticoso, probabilmente non meritato al 100%, sicuramente il più anomalo per tutte le vicende che conosciamo. Ma alla fine Maurizio Sarri e i suoi ragazzi ce l’hanno fatta. Battendo 2 a 0 una Sampdoria che ha dimostrato l’ottimo stato di forma con 5 vittorie nelle ultime 7 gare giocate.

Il protagonista assoluto sempre lui, Cristiano Ronaldo. Sblocca la sfida, fa segnare e si “concede” anche il lusso di sbagliare un’altra volta un rigore dopo quello di giugno contro il Milan. Il gol del vantaggio arriva proprio a fine frazione, al termine dei 6 minuti di recupero concessi (per l’infortunio di Danilo, costretto ad uscire dolorante alla testa dopo lo scontro fortuito, con Ramirez, rimasto in campo ma fasciato).

Schema fantastico, e soprattutto vincente, su piazzato. Pjanic serve con un tracciante laterale Cristiano Ronaldo che, al volo, con il destro, fa secco Audero. Conclusione secca e precisa, 1 a 0 per la Juventus all’intervallo.

Samp vicina al pari, Bernardeschi chiude i giochi. Traversa di Ronaldo dal dischetto

Si riparte e la Sampdoria si riversa in attacco a caccia del pari. Al 51′ deviazione in area di Leris, la palla sfila sul fondo di un nulla, con Szczesny che non avrebbe potuto fare nulla. Il Doria insiste e va vicino al gol poco dopo con un colpo di testa di Tonelli. La palla fa la barba al palo.

La reazione bianconera è affidata sempre a Ronaldo. In contropiede il portoghese prova a superare Audero, che si fa però trovare pronto. E’ il preludio al 2 a 0 della Juventus che si materializza al 67′: da Higuain a Ronaldo che calcia in porta. Audero, non impeccabile, respinge corto. Arriva Bernardeschi che gonfia la rete, chiudendo la sfida e la pratica Scudetto.

La Samp non ci sta e continua ad attaccare, provando a riaprire la gara. Questa volta con Quagliarella che impatta alla grande di testa, ma Szczesny è fantastico nella respinta. Sull’altro versante chance per Higuain, servito sempre da Ronaldo, ma tutto solo in area il pipita non inquadra lo specchio.

Nel finale diverse emozioni. Dapprima il calcio di rigore procurato da Alex Sandro e fallito da Ronaldo (traversa), poi il salvataggio clamoroso di Yoshida. Il giapponese, con un intervento kamikaze, salva sulla linea la conclusione a colpo sicuro di Bonucci. Sono i titoli di coda sulla partita e sul 2 a 0 che regala alla Juventus la nona sinfonia. Ancora Campioni d’Italia. Complimenti!

Please follow and like us:

Speak Your Mind

*