Juventus a Ferrara per un altro record. Roma alle 18, serata con Milan-Lazio

Emozioni in arrivo in questo sabato di Serie A. A partire dalle 15, da Ferrara, dove la Juventus cerca il punto che regalarebbe la matematica certezza di essere campione d’Italia per la 8^ volta consecutiva. La compagine di Semplici, però, va a caccia di punti salvezza, e quindi sarà una sfida tutta da seguire. Alle 18 poi, spazio alla Roma che, dopo la brillante vittoria di Genova, cerca altri punti Champions contro l’Udinese, anch’essa alla ricerca della salvezza. Chiusura alle 20 e 30 con un altro match chiave nella corsa all’Europa che conta, quello tra Milan e Lazio.

Juventus con Dybala-Kean per il Tricolore. Petagna-Antenucci per i gol salvezza

Tanti assenti ma la voglia, fortissima, di chiudere il discorso Scudetto. Così si presenta, a Ferrara, la Juventus di Allegri, in attesa del ritorno di Champions con l’Ajax. Sarà una formazione rimaneggiata, come detto, ma ugualmente competitiva, con Dybala-Kean probabile coppia d’attacco.

In difesa, dove mancherà Chiellini (che sta cercando di recuperare per il retour match con i lancieri) e Bonucci (che invece riposerà), ci sarà il ritorno di Barzagli, insieme a De Sciglio e al ’98 Luca Coccolo (dell’Under 23, ex Prato e Perugia, ndr) che dovrebbe vincere il ballottaggio con Nicolussi, annunciato da Allegri in conferenza stampa. A centrocampo, infine, spazio a Cancelo e Spinazzola larghi, con Cuadrado (che torna protagonista dopo 4 mesi di stop per infortunio), Bentancur e Khedira al centro.

Semplici, invece, vuole rovinare la festa Scudetto alla Juve e trovare una vittoria fondamentale nella corsa alla salvezza. Il mister della Spal, però, non potrà contare su Kurtic, pedina fondamentale per la squadra di Ferrara. Quindi, nella zona nevralgica dello scacchiere ferrarese, ci sarà Lazzari sull’out di destra, Schiattarella, Missiroli e Murgia al centro e Fares sull’altra fascia In avanti titolarissimi Petagna e Antenucci, chiamati a far male alla difesa bianconera.

La Roma punta la Champions, ostacolo Udinese. Milan-Lazio da brividi

Reduce dalla fondamentale vittoria di Genova contro la Samp, la Roma di Ranieri cerca conferme importanti, alle 18, all’Olimpico contro l’Udinese. I giallorossi vanno a caccia di punti Champions, ma dovranno superare un ostacolo insidioso come quello friulano, perchè da quando è arrivato Tudor, i bianconeri, con l’ex Okaka in testa, hanno cambiato passo e sono tornati a credere nella salvezza, con due vittorie casalinghe e il pari con l’Inter a San Siro.

I forfait di Santon e Karsdorp preoccupano Ranieri che, in difesa, sarà costretto a schierare titolare Florenzi, reduce da una lesione muscolare e non al meglio. Inoltre mancherà, per squalifica, anche Kolarov, con dirottamento a sinistra di Juan Jesus.

Altro giocatore (ennesimo infortunato stagionale) fuori sarà Nzonzi, a centrocampo, dove la coppia di mediani sarà composta da De Rossi e Cristante. In attacco, infine, Dzeko dovrebbe spuntarla su Schick, con Zaniolo, Pellegrini ed El Shaarawy a svariare alle sue spalle.

La Lazio, invece, va a Milano con il chiaro intento di sfatare il tabù rossonero e di conquistare un risultato fondamentale in ottica Champions. E lo farà, come sempre, con Immobile punta di riferimento, e Correa a supporto nell’ormai consueto 3-5-1-1. Dall’altra parte, invece, un Gattuso determinato a cancellare il periodo negativo (2 sconfitte nelle ultime tre gare e il pari deludente con l’Udinese, ndr) che ha visto arrivare anche il deferimento del club per il mancato rispetto del fair play finanziario.

Come sempre sarà 4-3-3 con Piatek centravanti di riferimento. Insieme a lui, probabilmente, ci saranno Suso e Borini. In mediana un terzetto composto da Kessie, Bakayoko e Calhanoglu, nel reparto difensivo infine Musacchio l’ha spuntata su Zapata e sarà titolare al centro insieme a Romagnoli.




Speak Your Mind

*