Juve prima nel Girone. Battuta la Dinamo Zagabria, la Dea sogna

Serata di festa per Atalanta e Juventus, impegnate in Champions League. A San Siro la squadra bergamasca batte la Dinamo Zagabria 2 a 0, conquistando la prima storica vittoria nella competizione e restando in corsa per la qualificazione. Per la Juve, invece, dopo aver già conquistato il pass per gli ottavi arriva anche la matematica del primo posto. Decisivo il successo sull’Atletico di Simeone, firmato Dybala.

Magia di Dybala, Juventus avanti come prima forza

La Juventus conquista il primo posto matematico in Champions con un turno d’anticipo. La certezza è arriva ieri sera, al termine del match con l’Atletico Madrid di Simeone, domato dalla magia balistica di Dybala. In chiusura di prima frazione l’argentino, su punizione, sfida le leggi della fisica e con una parabola clamorosa beffa Oblak, regalando alla Juventus la qualificazione da prima della classe.

Il secondo grande protagonista della serata è il difensore olandese De Ligt. Correa, pescato fantasticamente dal gioiellino Joao Felix, viene stoppato al momento della conclusione, a colpo sicuro, dall’intervento prodigioso del difensore bianconero. Una chiusura che vale un gol.

Nel finale chance anche per Morata che, da pochi passi, non riesce a tramutare in gol l’assist di Correa. Ma anche con l’1 a 1 sarebbe stata festa per questa Juve targata Sarri che vince, magari non convince, ma vola agli ottavi come prima, a 90 minuti dalla fine del Girone di Qualificazione di Champions League.

Zagabria ko, la Dea continua a sognare la qualificazione

Vittoria doveva essere e vittoria è stata. Nella quinta giornata del girone di Champions, l’Atalanta manda al tappeto la Dinamo Zagabria a San Siro e torna a sperare nella qualificazione. Successo storico per la Dea, il primo nella prestigiosa competizione continentale.

A San Siro finisce 2 a 0 per i nerazzurri di Gasperini, grazie al rigore di Muriel e alla bella stoccata del Papu Gomez. Una vittoria meritata e convincente che consente ai bergamaschi di portarsi a quota 4 in classifica e di continuare a sognare gli ottavi.

Per raggiungerli, però, l’Atalanta dovrà vincere in Ucraina, sull’insidioso campo dello Shakhtar e sperare che la formazione di Zagabria non faccia il colpaccio contro il City, già primo e con la testa agli ottavi.

Please follow and like us:
error

Speak Your Mind

*