Italia di Mancini ko a Nizza contro la Francia

Francia ok, Italia ko a Nizza

All’Italia non basta Bonucci, è la Francia a far festa con il 3 a 1 finale

Finisce 3 a 1 per la Francia l’amichevole giocata a Nizza dall’Italia. Primo ko, sulla panchina azzurra, per Roberto Mancini e per i suoi ragazzi che, dopo aver reagito all’uno-due transalpino (UmtitiGriezmann), con la firma di Bonucci, subiscono nella ripresa il definitivo tris francese, realizzato da Dembelé.

Francia a razzo, Bonucci riapre la sfida

Primo tempo scoppiettante, quello disputato da Francia e Italia nella bellissima cornice dell’Allianz Riviera di Nizza. Soprattutto per merito dei ragazzi di Deschamps che partono a razzo, costringendo sulla difensiva gli azzurri. Tanto che, dopo una pronta uscita di Sirigu (in porta al posto di Donnarumma) su Dembelé, lanciato da Hernandez, la Francia passa in vantaggio.

Al minuto 8, infatti, sugli sviluppi di un piazzato, Mbappé, stella del PSG, colpisce da pochi passi, trovando l’opposizione di Sirigu. La parata del granata, però, non è efficace, perchè la palla schizza a Umtiti che, da pochi passi, spedisce in rete per il vantaggio dei galletti.

L’italia prova a reagire e lo fa affidandosi a Balotelli, accompagnato in attacco da Chiesa e Berardi (panchina per Insigne e Bonaventura). Nella sua Nizza, dove ha fatto tanto bene recentemente, Super Mario prova a battere Lloris ma dapprima colpisce la barriera su punizione, poi con l’esterno non inquadra lo specchio mandando alto.

Al 20′ il palo di Kante (uno dei migliori nella squadra di casa), poco dopo un’altra chance per gli scatenati galletti di Deschamps, con Mbappé frenato da Sirigu e Caldara che spazza nei pressi della linea di porta. Infine, al 28′, il meritato raddoppio della Francia: Griezmann trasforma un calcio di rigore, assegnato dall’arbitro per un fallo di Mandragora (all’esordio da titolare con la maglia azzurra) su Hernandez.

Gli azzurri però non demordono e al 36′ tornano in gara. Punizione calciata da Balotelli, una sassata per Lloris che non trattiene, Bonucci allora può approfittarne per piazzare la zampata vincente. L’Italia accorcia e torna in gara, al riposo è 1 a 2.

Italia in forcing, Dembelé spegne le speranze di rimonta azzurre

Dopo la pausa si riparte con un’Italia grintosa. Balotelli impegna subito Lloris, poi dopo una traversa spizzata da Dembelé (in contropiede) è Chiesa a sfiorare il pari. Il fantasista viola ci prova con un destro, sul quale Lloris è ancora una volta bravo a deviare in corner.

La Francia, però, è devastante nelle ripartenze. In una di queste, chance importante per Tolisso che, da fuori area, non inquadra lo specchio di un soffio. In un’altra, invece, arriva il tris dell’undici di Deschamps. E’ il gioiello blaugrana Dembelé, con uno splendido pallonetto, a battere Sirigu per il 3 a 1 francese.

E’ il gol che spezza i sogni di rimonta dell’Italia, anche se gli azzurri ci provano fino alla fine, soprattutto con Balotelli. L’ultima occasione, però, è della Francia con il marsigliese Thauvin, che impegna Sirigu (positiva la prova del numero uno del Toro) in una deviazione non facile.

Vince e convince la Francia, ormai a pochi giorni da un Mondiale che sicuramente vivrà da protagonista. Mancini, nonostante la sconfitta, lancia messaggi positivi (“Sono contento per la prestazione e per la personalità. C’è differenza tra noi e loro ma tra un anno saremo al loro livello“, ndr) e predica pazienza.

Speak Your Mind

*